rotate-mobile
Attualità

Weekend a Terni, città semideserta e controlli interforze: “Pochissima attrattività ed occasione persa per i super ospiti”

Il grande caldo ha ‘consigliato’ a molti ternani di spostarsi verso i luoghi di villeggiatura o nei dintorni dove sono in programma sagre e feste paesane

Eventi, attrattività, indotto generato. Il week end appena archiviato ci ha consegnato una Terni sorniona, svuotata quasi completamente della propria gente. C’era naturalmente da aspettarselo: le località di villeggiatura possono garantire quel refrigerio che la conca non offre. Inoltre anche le sagre e feste paesane rappresentano valide opportunità da cogliere al volo, occasioni per uscire dalla tradizionale routine quotidiana.

Eppure, qualcosa da raccontare c’è. Il fine settimana era infatti iniziato con la bellissima performance di Cristiana Pegoraro, accompagnata da altri professionisti, nella suggestiva location di piazza Tacito. Il giorno seguente è stato possibile applaudire Marco Bocci ed il ricordo del mito di Ayrton Senna a Carsulae. Senza dimenticare gli appuntamenti del BlaBlaBla e le iniziative del Baravai che si prepara ad accogliere le serate del Comedy, in compagnia di Drusilla Foer e Michela Giraud, rispettivamente il prossimo 30 e 31 luglio. Se le associazioni terze cercano di movimentare l’estate del territorio c’è da ricordare la grande occasione che non è stata colta, quantomeno per aumentare la spendibilità e l’attrattività del territorio. In questi giorni infatti si sarebbero potuti tenere i concerti di Elisa, Antonello Venditti e Francesco De Gregori, all’interno di un festival che avrebbe garantito un notevole impulso, sotto molteplici profili anche a livello di marketing territoriale, ad una città che risente della scarsa attrattività, quando non ci sono manifestazioni in calendario.

Un termine che a non tutti piace utilizzare: la movida dunque si è trascinata fino a notte fonda, con i pochi rimasti a Terni a sorseggiare un cocktail o fare quattro chiacchiere lungo le vie del centro cittadino. E durante la serata non sono mancati i controlli interforze, volti a monitorare il rispetto delle regole con il consueto punto di ritrovo collocato all’altezza della chiesa di San Francesco. Insomma un weekend sottotono nonostante chi, munendosi di coraggio e spirito di iniziativa, cerca di garantire quel pizzico di brio ad una città completamente immersa dalla canicola estiva.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend a Terni, città semideserta e controlli interforze: “Pochissima attrattività ed occasione persa per i super ospiti”

TerniToday è in caricamento