Dieta mediterranea, tutti i benefici che porta e come seguirla

Il regime alimentare riconosciuto come patrimonio immateriale dell'umanità. Anche a Terni tanti professionisti che possono aiutarci come seguirla

La dieta mediterranea prende origine, nel secondo Dopoguerra, dalla situazione di difficoltà economica e di limitazione delle risorse disponibili a causa della seconda guerra mondiale. Quelle condizioni, associate ad un basso livello di tecnologia, favorivano uno stile di vita fisicamente attivo, dove c’era predominanza di prodotti vegetali e scarsità di prodotti di origine animale nella dieta.

Da qui è nato il regime alimentare conosciuto in tutto il mondo come “dieta mediterranea”.

Il suo principio si fonda pertanto su alimenti il cui consumo è abituale in Paesi del bacino del Mediterraneo, in una proporzione che privilegia cereali, frutta, verdura, semi, olio di oliva (grasso insaturo), rispetto ad un più raro uso di carni rosse e grassi animali (grassi saturi), mentre presenta un consumo moderato di pesce, carne bianca (pollame), legumi, uova, latticini, vino rosso, dolci.

Già alcuni medici dietologi in passato avevano avanzato alcune ipotesi sugli effetti positivi di un regime alimentare con limitato consumo di alimenti di origine animale come latticini, carne, uova.

Quali sono gli alimenti compresi nella dieta mediterranea?

Abbondanti alimenti di origine vegetale (frutta, verdura, ortaggi, cereali, soprattutto integrali, patate, fagioli e altri legumi, noci, semi), freschi, al naturale, di stagione, di origine locale; frutta fresca come dessert giornaliero, dolci contenenti zuccheri raffinati o miele poche volte la settimana; olio d'oliva come principale fonte di grassi; latticini (principalmente formaggi e yogurt) consumati giornalmente in modesta-moderata quantità; pesce e pollame consumato in quantità abbastanza bassa; da zero a quattro uova la settimana; carni rosse in minime quantità e vino consumato in quantità modesta-moderata, generalmente durante il pasto.

Lo studio ha dimostrato che una dieta basata sul consumo regolare e ordinato di frutta e verdura, cereali, pesce, noci e olio d'oliva, e con un consumo ridotto di alcol, carne e latticini, potrebbe portare benefici sull'umore e riduce lo stress. E benché i ricercatori abbiano richiesto ulteriori feedback per la conferma definitiva, fino ad ora sono riusciti a raccogliere le prove in grado di evidenziare come gli alimenti che consumiamo nella nostra dieta quotidiana siano davvero in grado di incidere sullo stato d'animo e sull'umore, riducendo anche il rischio di depressione.

Spiegare la motivazione di questo legame tra umore e cibo non appare facile perché, in un binomio tale, influiscono molti altri fattori. Considerando gli studi che dimostrano la salubrità della dieta mediterranea come regime alimentare, il collegamento tra salute fisica e mentale è diretto.

La dieta mediterranea è riconosciuta come un regime alimentare equilibrato, ossia completo di tutti i nutrienti che sono disposti in quantità ottimali che rispettano la piramide alimentare attualmente consigliata dall'OMS.

Proprio per questo, la dieta mediterranea è riconosciuta dall'Unesco come Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità poiché è una dieta stagionale, ossia segue i prodotti della stagionalità delle colture (tutti gli alimenti vengono consumati nei loro rispettivi tempi di raccolta), fa largo consumo di frutta e verdura soddisfacendo le cinque porzioni giornaliere previste da una dieta equilibrata, impiega grassi nobili come l'olio d'oliva, fa ampio consumo di semi e legumi, e aggiunge piccole e moderate dosi di carne, soprattutto bianca, e di latticini, che sono fonti naturali di vitamina B12, di solito carente in altri regimi alimentari, primi tra tutte le diete vegane che devono fare ricorso a integrazioni sintetiche B12.

Se volete osservare con attenzione e scrupolo la dieta mediterranea per godere dei suoi benefici sulla salute fisica e anche neurologica, allora vi conviene affidarvi a un dietista professionista che vi possa accompagnare in questa scelta. Ecco alcuni suggerimenti a Terni su chi vi può aiutare:

Nutrizionista Sonia Pimponi

Piazza Dalmazia, 34, 05100 Terni TR tel 331 192 4267

Dott.ssa Roberta Canfora Dietista

Via Francesco Baracca, 13, 05100 Terni TR tel 327 866 5897 web: www.facebook.com/DietistaRobertaCanfora/

Leonardi Dott.ssa Linda - Biologa Nutrizionista

Via Francesco Mancini, 14, 05100 Terni TR tel 329 344 5285 web: www.nutrizionistabiologaterni.com

Nutrizionista Dietologo Dottor Eugenio Ceccarelli

Via Luigi Galvani, 3, 05100 Terni TR tel 333 940 0863

Dott.ssa Agnese Dotto Dietista

Zona Fiori, 3, 05100 Terni TR tel 389 993 6850 web: www.facebook.com/Diaeta-Stile-di-vita-323284724547317/

Dr. Rosati Erio Nutrizione Clinica

Vicolo Tempio del Sole, 11, 05100 Terni TR tel 0744 424008

Dr. Andrea Genova - Biologo Nutrizionista

Via Campania, 3, 05100 Terni TR tel 320 247 8847 web: www.nutrizionistaterni.it/

Dietista Dr.ssa Marasco

Viale Donato Bramante, 23, 05100 Terni TR tel 348 997 7599 web: www.dieteticamarasco.it/

Centro di Nutrizione ed Educazione Alimentare dott. Bonifazi

Piazza Dalmazia, 38, 05100 Terni TR tel 347 084 8896 web: www.centrodinutrizione.com/

Elenco in corso di aggiornamento

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Samanta Togni presenta il nuovo fidanzato: "Ci siamo conosciuti per caso sul treno"

  • Scomparso da quasi un anno, ritrovato su un treno a Pisa. I poliziotti: era smarrito e confuso

  • Incidente stradale, moto contro furgone: schianto terribile, ternano trasferito d’urgenza all’ospedale di Firenze

  • Dramma a Terni, trovato morto in casa: sul posto vigili del fuoco e polizia

  • Nuova gestione per un locale storico della movida ternana

  • Colpo di scena a 'Uomini e donne': la ternana Martina Nasoni verso il trono più ambito

Torna su
TerniToday è in caricamento