rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Salute

A quale età dovremmo lasciare in mano ai bambini smartphone e tablet

In una intervista rilasciata a Today, l prof. Rino Agostiniani della Società Italiana di Pediatria fa luce sul tema controverso delle tecnologie digitali per i piccoli e lascia cinque consigli per i genitori

Tra i peggiori primati detenuti da popolo italiano c'è quello di essere il terzo Paese al mondo per numero di telefoni cellulari posseduti. Ma quell' che è peggio è che l’età media dei possessori sta diminuendo sempre di più. Lo afferma un recente studio della Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche della Lombardia: nel nostro Paese, il 58,4% dei bambini tra i 6 e i 10 anni possiede un dispositivo mobile personale.

Molti si chiedono se esiste un’età giusta in cui affidare il telefonino ai propri figli, un preciso momento della loro crescita in cui i più piccoli sono pronti ad avere ed utilizzare in maniera sana questo dispositivo elettronico, così come tablet o computer.

Il prof. Rino Agostiniani, tesoriere della Società Italiana di Pediatria, ha rilasciato a questo proposito un'initeressante intervista a Today.it.

Per fare luce sul tema, la Società Italiana di Pediatria ha indicato ai genitori alcuni punti utili per gestire l'utilizzo dei cellulari nei confronti dei figli.

Le 5 raccomandazioni della SIP ai genitori

  1. Parla con tuo figlio. Favorire una comunicazione aperta tra genitore e figli è sempre importante, spiegando ai ragazzi cosa significhi un utilizzo positivo e intelligente dei media device, prestando attenzione ai contenuti che vengono pubblicati e letti e ricordando loro che e? indispensabile proteggere la privacy online per tutelare sé stessi e la propria famiglia.
  2. Comprendi, impara e controlla. Il genitore dovrebbe monitorare il tempo che il proprio figlio spende su tablet, smartphone e pc, imparando per primo come funzionano le tecnologie a disposizione per poterle comprendere per quanto e? possibile, giocando insieme a lui e condividendo per quanto possibile le attività? sui media device
  3. Stabilisci limiti e regole chiare. Occorre limitare il tempo di utilizzo di smartphone, tablet e pc durante il giorno o nei fine settimana, stabilendo orari precisi di divieto per esempio durante i pasti, i compiti e le riunioni familiari. Considerare i media come un’opportunità per tutta la famiglia per vedere insieme film o condividere contenuti social o messaggi in chat e video.
  4. Dai il buon esempio. Come genitore l’esempio e? fondamentale, per questo mamme e papa? dovrebbero limitare per primi l’utilizzo di smartphone quando si e? in famiglia e durante i pasti; e? importante, inoltre, che i genitori scelgano sempre contenuti appropriati e linguaggi adeguati sui social network.
  5. Fai rete. E' indispensabile la collaborazione tra genitori, pediatri e operatori sanitari per tutelare e sostenere i ragazzi attraverso campagne di informazione che forniscano una maggiore consapevolezza degli aspetti positivi, ma anche dei rischi che presenta l’uso eccessivo dei media device.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A quale età dovremmo lasciare in mano ai bambini smartphone e tablet

TerniToday è in caricamento