rotate-mobile
Benessere

La “morning routine” ideale per aumentare la tua energia vitale

Benessere, la rubrica di Simone Coglitore per scoprire l’antica pratica dei cinque riti tibetani e i segreti di un “super food”

Continuiamo a parlare di benessere olistico con una guida alla routine mattutina ideale per iniziare la giornata carichi di energia.

TI parlerò in particolare di una pratica molto potente che potrai imparare a fare in autonomia e di un superfood, che forse non conosci ancora, per aumentare la tua vitalità.

I 5 riti tibetani: un elisir di giovinezza

L’antica pratica yoga dei 5 tibetani è definita come un elisir di lunga vita. Questi particolari esercizi infatti permettono di riattivare l’energia vitale in tutti i chakra e ossigenare gli organi.

I movimenti stimolano anche il metabolismo, favoriscono la depurazione dalle tossine e il riequilibrio dei centri psichici.

Questa pratica permette di agire su tutti i muscoli e le articolazioni del corpo facendo percepisce sin da subito un senso di rinvigorimento e benessere.

Il filo conduttore (come in tutte le pratiche yogiche) è la respirazione: gli esercizi sono costituiti da due posizioni, tra le quali si alterna linspirazione e lespirazione.

La sequenza degli esercizi

Come eseguire correttamente i 5 tibetani

  • Meglio praticare il rituale la mattina a stomaco vuoto.
  • Inizia con 7 ripetizioni per ogni posizione e aumenta gradualmente nei giorni successivi, in base alle tue possibilità.
  • Sii presente durante la pratica e coordinati con il respiro.
  • Percepisci lenergia degli esercizi ascoltando il tuo corpo ogni volta che termini una posizione, con una adeguata pausa.

La fotogallery degli esercizi | 

I 5 tibetani: le immagini

A dire verità, originariamente i riti tibetani erano 7: per un lungo periodo due riti non furono - per così dire - tramandati nella pratica.

Il sesto tibetano è una particolare respirazione molto potente, chiamata Uddiyana Bandha (o il respiro del fuoco).

Consiste nello svuotare completamente laddome dallaria e roteare i muscoli addominali per massaggiare e ossigenare gli organi.

Questo esercizio aiuta a rallentare linvecchiamento mantenendo vitali i tessuti e gli organi.

Il settimo tibetano invece consiste in una semplice meditazione. Dopo aver fatto gli esercizi che hanno risvegliato la tua energia vitale, dedica qualche minuto anche alla tua interiorità…è importante. 

Per questa pratica non ti serviranno più di 20 minuti e vedrai che entrerà da subito nella tua morning routine!

uddiyana bandha-2

A questo punto, dopo aver praticato i riti tibetani, farai una buona colazione. A proposito: sai quali sono i cibi che hanno più energia vitale? Secondo le ricerche di André Simoneton, senza ombra di dubbio sono la frutta e la verdura. Per cui un bell’estratto sarebbe ideale!

Il plasma marino: il super food che viene dal mare

Quello però di cui voglio parlarti è un vero e proprio super-alimento che assumo quotidianamente: sto parlando del plasma marino (o plasma di Quinton).

Il plasma marino è di fatto acqua di mare micro-filtrata secondo un particolare processo che mise a punto il dottor René Quinton nel secolo scorso in Francia.

Questo straordinario biologo scoprì che il plasma marino (adeguatamente diluito) ha la stessa composizione del plasma del sangue.

Tant’è che il dottor Quinton salvò la vita a migliaia di persone, tra donne, bambini e soldati, creando veri e propri protocolli terapeutici, che rimasero nei dispensari francesi fino a qualche decennio fa.

Il metodo del dottor Quinton prevedeva la somministrazione del plasma marino endovena, oggi questa pratica purtroppo non è più in uso, ma possiamo comunque assumerlo per via orale.

Essendo ricco di minerali e oligoelementi altamente biodisponibili, il plasma marino è un vero super tonico. Contiene più di cento elementi chimici, tra cui magnesio, potassio, calcio, sodio, ferro, solo per citarne alcuni.

In altre parole, il plasma marino è il migliore integratore di sali minerali organici, inoltre alcalinizza le cellule ed è un super tonico energizzante.

Ti posso assicurare che è notevolmente più efficace dei classici integratori di sintesi, permettendo di assimilare quasi il 90% dei nutrienti, a differenza del 30% di quelli di sintesi.

Non disperdere energia vitale

Prima di salutarci voglio lasciarti alcuni consigli utili per mantenere alta la tua energia vitale.

Per fare questo, per prima cosa devi evitare ciò che te la fa disperdere, come le emozioni negative, lo stress o l’eccessiva attività mentale.

È di estrema importanza, come abbiamo già scritto, imparare a governare il proprio mondo interiore, essendo presenti e centrati. Dobbiamo imparare a vivere nel qui e ora”.

Questa frase immagino l’avrai sicuramente sentita già molte volte, ma non è così facile, vero?

Lo so, ma ricorda una legge molto importante: l’energia segue l’attenzione. Dove poni la tua attenzione, là andrà la tua energia.

Allora smettiamo di lamentarci e di giudicare ciò che non va nella nostra vita. Facciamo invece una cosa più saggia: assumiamocene la responsabilità, cambierà tutto.

Fai un piccolo test: osserva durante la giornata la qualità dei tuoi pensieri e delle tue emozioni. Sono maggiori quelle negative o quelle positive?

Bada bene, non ti sto invitando a sviluppare il pensiero positivo in stile “new age”, ma di diventare consapevole di ciò che accade in te e in fondo, di ciò che sei veramente.

Buone giornate!

Ci rileggiamo presto.

*Sono un’anima in cammino nel suo percorso di ricerca ed evoluzione. Ho creato VisioneOlistica.it per diffondere risorse utili per il proprio benessere naturale, la crescita personale e spirituale. In questa rubrica ti racconto quello che ho imparato nel mio percorso, cercando di offrirti spunti utili per il benessere di corpo, mente e spirito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La “morning routine” ideale per aumentare la tua energia vitale

TerniToday è in caricamento