rotate-mobile
Blog Narni

Aeroporto San Francesco, Tramini (M5S): “Ma quali aerei, qui servono gli ospedali”

Il consigliere comunale pentastellato di Narni dopo l’intervento della Tesei: “Ci vogliono posti letto, non posti in prima classe”

Luca Tramini, consigliere comunale Movimento Cinque Stelle Narni 

La presidente Tesei dovrebbe scendere dalle nuvole e tornare con i piedi per terra. Non può chiamare l’Umbria meridionale a “fare la propria parte” per salvare l’aeroporto di Perugia dopo la fuga degli investitori e lasciare allo stesso tempo nel disastro più totale gli ospedali e i presidi sanitari del territorio. Non servono aeroporti più comodi di Fiumicino ma strutture sanitarie funzionanti, servizi puntuali, personale medico e infermieristico adeguato nel numero e nell'inquadramento contrattuale. Ci vogliono posti letto, non certo i sedili in prima classe. 

Pochi giorni fa i sindacati hanno rilanciato l'emergenza sanità nel sud dell'Umbria, non è possibile pensare agli aerei quando mancano ambulanze e ambulatori. Quando le liste di attesa per una visita costringono i cittadini a rivolgersi al privato.  La chiamata di martedì scorso della presidente Tesei in consiglio regionale rivolta a tutta l'Umbria per farsi carico dell'aeroporto San Francesco di Perugia dimostra ancora una volta che l'Umbria è Perugiacentrica. E che l'unica preoccupazione di questa giunta è dirottare i soldi nel nord dell'Umbria per salvare un progetto che da solo, restando in tema, non è mai riuscito a decollare. Purtroppo, nell'Umbria meridionale i soldi servono per ben altro. Servono per costruire ospedali, fornire servizi puntuali, assumere personale che manca. Cara presidente Tesei, più posti letto e meno posti in prima classe”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto San Francesco, Tramini (M5S): “Ma quali aerei, qui servono gli ospedali”

TerniToday è in caricamento