rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Blog

Ast, la Uilm: “Presentato piano industriale, ora le istituzioni facciano la loro parte”

L'intervento di Guglielmo Gambardella e Simone Lucchetti della sigla sindacale: "Bisogna ridurre i tempi amministrativi"

“Dopo anni di incertezza e di insoddisfacente gestione di Thyssenkrupp, il piano industriale presentato oggi da Arvedi per il rilancio di Terni con 1 miliardo di euro di investimenti ha tutte le caratteristiche per avere successo. La Uilm vuole raccogliere la sfida del gruppo di Cremona per lo sviluppo industriale ed occupazionale di Ast a cui deve però seguire la crescita del benessere complessivo dei lavoratori. L’accordo raggiunto in settimana su reperibilità e stabilizzazioni è un primo importante passo. Nei prossimi giorni analizzeremo con maggiore attenzione tutti gli aspetti di questo progetto di rilancio di Terni”. Lo dichiarano Guglielmo Gambardella, Coordinatore nazionale Uilm per la siderurgia, e Simone Lucchetti, Segretario generale Uilm Terni.
“Data la complessità degli investimenti e la realizzazione di determinate condizioni - sottolineano Gambardella e Lucchetti - riteniamo che sia imprescindibile un fattivo e concreto impegno delle istituzioni locali e nazionali nella riduzione dei tempi degli iter amministrativi legati ad autorizzazioni delle opere necessarie, a partire dall’Accordo di Programma”. “Purtroppo - concludono - già in passato abbiamo constatato il freno della burocrazia allo sviluppo del Paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ast, la Uilm: “Presentato piano industriale, ora le istituzioni facciano la loro parte”

TerniToday è in caricamento