rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Blog

Variante allo Staino, Pasculli (M5s): "Altro cemento come nel caso del Palazzetto"

Il capogruppo in Comune del Movimento Cinque Stelle dopo il passaggio formale in consiglio per il progetto della Porta turistica

Federico Pasculli, capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Comune 

Nella seduta di ieri del consiglio comunale il gruppo dei Movimento Cinque Stelle ha espresso la sua contrarietà alla variante che destina l'area di vocabolo Staino a servizi. Il centrodestra, peraltro con una maggioranza risicata, ha deciso nella sostanza di modificare la destinazione a verde e a luogo di spettacoli viaggianti, per approdare a un insedimento edilizio con numeri imponenti di nuove edificazioni, ben 6.500 metri quadri. Si tratta di cemento in una zona a ridosso del fiume Nera, in un centro urbano che necessità invece di maggiori polmoni di verde, atti a mitigare l'inquinamento e a creare microclimi più consoni a una maggiore vivibilità della città. Si tratta di nuove costruzioni che peraltro non sappiamo a cosa verranno destinate, quella tipologia di previsione infatti è così ampia che potrebbe plasciare spazio ad un albergo, uffici, così come a un centro all'ingrosso o addirittura a un insediamento produttivo.
Eppure ieri nella discussione riguardo al futuro della zona dello Staino abbiamo sentito parlare da parte della maggioranza che governa questa città di una visione nuova, di un'amministrazione che vede nel cemento un nemico, di edifici con nuovi materiali. Tutto molto bello, peccato che quello che accade nella realtà sia bene diverso, come nel caso del  nuovo palazzetto che è l'esatto contrario di quanto sostenuto ieri in aula da alcuni consiglieri di centrodestra. Nell'area del palazzetto ci troveremo di fronte a una struttura sportiva  letteramente circondata da mega spazi commerciali che finiranno per esercitare un ruolo nefasto sulle attività di vicinato del centro cittadino. Noi continuiamo a chiedere a questa amministrazione comunale e ai consiglieri che la sostengono di essere coerenti, di non parlare di difesa e valorizzazione delle attività del centro, quando poi si va ad edificare nuovo cemento e a decretare nuove occasioni di impoverimento del centro stesso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante allo Staino, Pasculli (M5s): "Altro cemento come nel caso del Palazzetto"

TerniToday è in caricamento