rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Blog

Bonus per la celebrazione del matrimonio religioso, Luca Diotallevi: “Proposta blasfema ed incostituzionale”

Il presidente diocesano di Azione Cattolica di Terni Narni Amelia: “Ad un cristiano, poi, quei 20.000 euro ricordano un’altra cifra, quella offerta per un tradimento: 30 denari”

Un bonus fino a venti mila euro per la celebrazione del matrimonio religioso. Il presidente diocesano della Azione Cattolica di Terni Narni Amelia Luca Diotallevi interviene per commentare la proposta che è stata annunciata, nei giorni scorsi.

Secondo Diotallevi: “Un disegno di legge presentato alla Camera da alcuni deputati del gruppo della Lega (Domenico Furgiuele, Simone Billi, Ingrid Bisa, Alberto Gusmeroli, Erik Pretto; XIX legislatura, proposta di legge n.97) prevede di introdurre un bonus di venti mila euro “destinato ad agevolazioni fiscali per spese connesse alla celebrazione del matrimonio religioso”.  La proposta di rendere il matrimonio religioso economicamente conveniente rispetto a quello civile riesce ad essere allo stesso tempo incostituzionale e blasfema”.

Ed ancora: “Incostituzionale, perché all’art.3 della Carta si legge che «tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali». Chi liberamente sceglie di sposare con rito solo civile ha diritto a non subire per questo alcuna discriminazione. Blasfema, perché così si aggiunge una convenienza economica ad un segno di misericordia che Dio offre gratis.  Ad un cristiano, poi, quei 20.000 euro ricordano un’altra cifra, quella offerta per un tradimento: 30 denari (cfr. Matteo 26, 14-16)”.

Il tema è stato oggetto di un intervento del Ministro della difesa Guido Crosetto, intervenuto nelle scorse ore al programma di Rete 4 Zona Bianca: “Il bonus nozze non fa parte della manovra. E’ la proposta presentata da un deputato. Non è mai passato in mente a Palazzo Chigi di dare un premio a chi si sposa in chiesa, non è un tema che interessa ad uno Stato laico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus per la celebrazione del matrimonio religioso, Luca Diotallevi: “Proposta blasfema ed incostituzionale”

TerniToday è in caricamento