rotate-mobile
Blog

“A Terni tanti supermercati, ma prezzi altissimi: servono più controlli delle istituzioni”

Carovita, intervento del Centro studi Malfatti: “Contrariamente alla legge della concorrenza, da noi sembrerebbe invece che ci sia una corsa al rialzo con una media superiore alle altre città”

Dai media nei giorni passati abbiamo appreso che i prezzi al dettaglio a Terni sono i più alti del centro Italia. Negli ultimi tempi, in città hanno aperto una miriade di supermercati e altri saranno aperti a breve. Contrariamente alla legge della concorrenza che porta ad un abbassamento dei prezzi, da noi sembrerebbe invece che abbiano fatto cartello e invece di prezzi al ribasso, ci sia una corsa al rialzo con una media superiore alle altre città.

Le istituzioni preposte dovrebbero ancor più vigilare sui prezzi in questo momento di difficoltà economica della maggioranza della popolazione. Capiamo che le amministrazioni comunali con le casse sempre più in rosso trovino sollievo nell’incamerare tributi dalle concessioni edilizie e apertura delle grandi superfici di vendita. La città negli ultimi tempi sta perdendo abitanti in quanto le scarse prospettive occupazionali fanno abbandonare Terni per cercare fortuna altrove.

Diciamo che il nostro territorio non ha bisogno di ulteriori centri commerciali e grandi superfici di vendita, ma di una ripresa dell’occupazione e di una disponibilità a spendere da parte dei cittadini che oggi, visti i rincari di energia, carburanti e beni di prima necessità, si vedono costretti a ridurre le spese e di conseguenze i consumi.

Inoltre, le grandi aziende commerciali portano alla chiusura delle piccole attività commerciali, quasi sempre a gestione familiare, e a un abbandono del centro della città.

Redazione Centro Studi Malfatti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“A Terni tanti supermercati, ma prezzi altissimi: servono più controlli delle istituzioni”

TerniToday è in caricamento