rotate-mobile
Blog

Centro Antiviolenza, Alessandro Gentiletti: “Garantire continuità ad un servizio che non può essere interrotto”

Il capogruppo di Senso Civico preannuncia un’interrogazione: “In un settore così delicato non sono ammissibili ritardi nella trasparenza”

“L'assessore Cristiano Ceccotti chiarisca a che punto è l’iter di affidamento e se lo stesso è già operativo”. Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti chiede lumi sulla gestione del Centro Antiviolenza e preannuncia un’iniziativa politica a riguardo. “Occorre garantire continuità ad un servizio che non può essere mai interrotto. Protocollerò una interrogazione a carattere di urgenza per sapere questo chiedendo ancora una volta di sapere perché nel bando è stato previsto il possesso di beni immobili che ha di fatto impedito al precedente gestore Liberamente Donna di partecipare”.

Secondo Alessandro Gentiletti: “Sul sito del Comune non risultava fino a ieri accessibile alla cittadinanza l’aggiornamento relativo al bando, se esso sia stato aggiudicato o meno, risultando ancora registrato fra quelli scaduti. Non risulta, inoltre, ancora ad oggi pubblicizzato l'esito della gara. Bisogna sapere se vi è stata già la materiale consegna degli immobili agli eventuali aggiudicatari, quando e come sono state consegnate le chiavi e se si è verificata l’immissione nel possesso”.

Ed ancora: "Il servizio va pubblicizzato così come il numero di emergenza con il quale le donne possono contattarlo. Segnalano infatti in queste ore molte realtà ed associazioni che se una donna cerca su google "centro antiviolenza Terni" trova ancora il sito del precedente gestore Liberamente donna, con i relativi numeri. Il fisso risulta staccato, mentre il cellulare è ancora quello della precedente associazione. Ribadisco che il servizio non può essere interrotto, vista l’emergenza di femminicidi e violenze domestiche che si verificano quotidianamente nel nostro paese. Invito l'assessore ad intervenire immediatamente e pubblicamente per fare luce e chiarezza su una situazione che sta destando forti preoccupazioni in città e per il quale non è esclusa la mobilitazione. Risponda e pubblicizzi subito ogni aspetto della vicenda. In un settore così delicato - conclude il consigliere - non sono ammissibili, da parte della amministrazione, ritardi nella trasparenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro Antiviolenza, Alessandro Gentiletti: “Garantire continuità ad un servizio che non può essere interrotto”

TerniToday è in caricamento