rotate-mobile
Blog

Riequilibrio territoriale: “Un traguardo storico raggiunto grazie all’impegno della presidente Tesei e dell’assessore Coletto”

La soddisfazione dei consiglieri della Lega e del sindaco Leonardo Latini: “Il riequilibrio territoriale avviato consentirà di potenziare le risposte sanitarie che le strutture del territorio saranno in grado di offrire ai pazienti”

Un duplice intervento a margine della preadozione, da parte della Giunta regionale, del nuovo Piano di Fabbisogni della rete ospedaliera umbra. I consiglieri comunali della Lega ed il sindaco Leonardo Latini esprimo soddisfazione per quanto è stato concordato nel corso della giornata di oggi, venerdì 30 dicembre.

I consiglieri della Lega dichiarano: “Per la prima volta nella storia della Regione Umbria, il territorio ternano ha ottenuto il riconoscimento di 95 posti letto della sanità privata convenzionata oltre ad un incremento dei posti letto pubblici disponibili. Dopo cinquanta anni di sinistra e le promesse mai mantenute del Partito Democratico che si è dimostrato completamente disinteressato alle sorti del sud dell’Umbria, si arriva al tanto atteso riequilibrio territoriale in tema di sanità pubblica e privata”. Secondo gli esponenti leghisti si tratta di: “Un traguardo storico, raggiunto grazie al lavoro e all’impegno della governatrice Donatella Tesei e dell’assessore Luca Coletto che in solo tre anni di governo regionale hanno saputo intercettare le esigenze della nostra città, più volte palesate dalla Lega, trasformando le promesse in fatti concreti”.

Ed ancora: “Il riequilibrio territoriale avviato consentirà di potenziare le risposte sanitarie che le strutture del territorio saranno in grado di offrire ai pazienti, garantendo una sinergia tra la sanità privata convenzionata e le opportunità assicurate dall’incremento di posti letto pubblici, condizione che valorizza ancora di più il percorso orientato alla realizzazione del nuovo ospedale di Terni. Ancora una volta la Lega
Terni dimostra di saper lavorare per il territorio e per i cittadini, grazie ad una collaborazione fattiva con la Regione Umbria. I consiglieri comunali – a tal proposito - hanno più volte lavorato per arrivare ad un riequilibrio dei posti letto, in particolare nell’ambito della Seconda Commissione e attraverso il confronto con l’assessore Coletto e i vertici della sanità regionale”.

Sindaco Latini

Il sindaco Leonardo Latini ha affermato: “Accolgo con soddisfazione la notizia della preadozione da parte della Giunta regionale del nuovo Piano di Fabbisogni della rete ospedaliera umbra, frutto di costanti interlocuzioni con i territori e che – come Amministrazione comunale - ci ha visto coinvolti in questi mesi in un confronto costante con la Regione Umbria. Si tratta di un provvedimento che dispone il riequilibrio complessivo di tutta la sanità umbra, in primo luogo quella pubblica e anche di quella privata. Sottolineo che i posti letto totali nella rete ospedaliera dell’Umbria sono 3280 dei quali 2903 pubblici, ovvero l’88,5%, a dimostrazione dell’importanza fondamentale delle strutture pubbliche per il futuro della sanità regionale”.

Il primo cittadino ha poi aggiunto: “Anche per il Santa Maria in questo senso, è previsto un incremento dei posti letto pubblici. Per la prima volta inoltre per la sanità privata vengono applicati coefficienti di calcolo coerenti con la distribuzione della popolazione e nel ternano si prevedono 95 posti letto accreditabili. Ferma restando la priorità per il sistema della sanità pubblica, ritengo che questo criterio di riequilibrio adottato coerentemente dalla Giunta regionale, che interessa anche il settore privato complementare, rappresenti un’occasione per chi vuol fare sanità privata nel nostro territorio, anche in considerazione delle progettualità presentate che comprendono peraltro interventi d’interesse pubblico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riequilibrio territoriale: “Un traguardo storico raggiunto grazie all’impegno della presidente Tesei e dell’assessore Coletto”

TerniToday è in caricamento