rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Blog

“Terni, scuole chiuse per il derby: l’istruzione può sempre essere sacrificata nel nome di interessi diversi”

La lettera di un genitore e docente: “La cosa che mi ferisce di più è che alcuni dirigenti scolastici abbiano deciso di chiudere le scuole in anticipo. Come se questi ragazzi non avessero già pagato sin troppo questi ultimi due anni”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera di un genitore e docente che commenta l’ordinanza dell’amministrazione comunale con cui si chiudono alcune scuole cittadine in occasione del derby di domani fra Ternana e Perugia.

Gentile redazione,

chi vi scrive è il padre di un’alunna di un istituto di scuola superiore di Terni e, incidentalmente, anche un docente. Vi scrivo per manifestare lo sconcerto provato all’apprendere, al termine di una dura giornata scolastica, che mia figlia domani dovrà rinunciare temporaneamente al suo diritto all’istruzione a favore del diritto non ben specificato dei tifosi di assistere ad una partita di calcio tra due squadre di media classifica, in un campionato di serie B.

L’amministrazione comunale, che ha vinto le elezioni anche grazie alla promessa di gestire la sicurezza dei cittadini, ha deciso infatti di chiudere al traffico una delle arterie più importanti della città, tagliando di fatto fuori dal centro uno dei quartieri più popolosi (Borgo Rivo), a meno che non si decida di passare per le disastrate strade di Villa Palma. Tutto questo perché non riesce a garantire che un manipolo di scalmanati non faccia danni alle cose o alle persone. Immagino la gioia di chi in centro si muove per lavoro, e dunque per necessità.

Ma la cosa che personalmente mi ferisce di più è il fatto che alcuni dirigenti scolastici della città abbiano addirittura deciso di chiudere le scuole in anticipo. Come se questi ragazzi non avessero già pagato sin troppo, in termini di istruzione, questi ultimi due anni. A questi dirigenti vorrei chiedere quale messaggio si stiano preoccupando di inviare ai loro alunni. Voglio chiedergli se non si rendono conto che tutto ciò che i ragazzi capiscono è che l’istruzione può sempre essere sacrificata nel nome di interessi diversi; che, se devi scegliere se chiudere una scuola o uno stadio, la scelta è naturale e non bisogna nemmeno discuterne.

Oggi ho sentito ragazzi gioire della decisione del Comune, e non voglio colpevolizzare loro: sono lo specchio di ciò che gli diciamo noi adulti.  Siamo noi i responsabili di questa desolazione morale.

Cordiali saluti

Lettera firmata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Terni, scuole chiuse per il derby: l’istruzione può sempre essere sacrificata nel nome di interessi diversi”

TerniToday è in caricamento