rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Blog

“Non basta mescolare il mazzo, vanno cambiate le carte: elezioni preziosa occasione di cambiamento e rilancio della città”

Verso il voto a Terni, l’intervento del Partito democratico: “Il giudizio sui cinque anni di amministrazione di destra lo danno gli stessi protagonisti, che alla fine hanno deciso di mettere da parte il sindaco uscente Leonardo Latini”

Il giudizio sui cinque anni di amministrazione di destra lo danno gli stessi protagonisti, che alla fine hanno deciso di mettere da parte il sindaco uscente Leonardo Latini, in maniera inedita e anomala, riproponendo però la stessa identica compagine, con gli stessi protagonisti. Vero che Latini, commissariato politicamente da Roma già all’inizio del suo mandato, leader di un’amministrazione immobile senza slanci, senza idee, mai protagonista in merito a scelte regionali e nazionali sulle decisioni riguardanti Terni, che ha relegato la città in un limbo di sopravvivenza, provinciale tra le città medie di provincia, vittima e complice di oltre 30 cambi di sedie e casacche in Consiglio e di una serie altrettanto importante di rimpasti di Giunta, è stato un sindaco pessimo, ma lo è stato anche grazie ai suoi compagni di viaggio, gli stessi che oggi si propongono come -incredibile- alternativa credibile.

Insomma, si rimischia il mazzo, ma le carte sono esattamente le stesse. Con questo criterio, presenta la propria candidatura l’assessore al bilancio Orlando Masselli, attraverso un discorso imbrogliato e stentato, quasi come fosse un’investitura a sorpresa, davanti a Palazzo Spada: ancora niente idee, niente temi, nessuna proiezione verso il futuro, ma il proseguimento dell’ottimo lavoro svolto, appunto.

La città non può reggere ad altri cinque anni con un’amministrazione ripiegata e impegnata da schermaglie e guerricciole di potere.

C’è molto da fare e da recuperare. Bisogna parlare di università, ricerca, periferie, impresa, tessuto sociale.

Va ricostruita l’autorevolezza di una città che viene da una grande storia e ha un grande potenziale, vanno create prospettive per i giovani, perché possano rimanere qui e contribuire al benessere e allo sviluppo. Vanno riaperti i canali per le grandi infrastrutture stradali di collegamento. Insomma, va sostituito completamente il mazzo, con proposte serie e persone in grado di metterle a terra, come il partito Democratico intende fare, conseguente e coerente col percorso intrapreso negli ultimi due anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Non basta mescolare il mazzo, vanno cambiate le carte: elezioni preziosa occasione di cambiamento e rilancio della città”

TerniToday è in caricamento