rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Blog

“Terni 2023, Mauro Franceschini è il profilo attorno al quale costruire un progetto serio”

Elezioni comunali, l’intervento del senatore Leonardo Grimani (Azione): “Serve un programma sulle cose da fare e sulla ricollocazione di Terni nel posto che merita come città baricentro di un nuovo sviluppo e proiettata sul rafforzamento del rapporto con Roma”

In merito alle notizie relative alle prospettive 2023 per le elezioni comunali a Terni, appare evidente che la città non ha visto quel cambio di passo che ci si poteva aspettare dopo le elezioni del 2018. La destra ha deluso dopo una legislatura che non ha visto il dispiegarsi di una progettualità adeguata alla città. Il completamento dei progetti messi in campo dal centrosinistra non è sufficiente per la costruzione della Terni del terzo millennio. Per non parlare della girandola di assessori e la continua ridiscussione di equilibri politici di cui ai cittadini ternani davvero non interessa nulla.

Dall’altra parte, il centrosinistra è lontanissimo dalla definizione di un progetto e di un candidato. Per questo serve uno scatto e Mauro Franceschini potrebbe essere quel profilo intorno al quale costruire un percorso serio. Serve un programma sulle cose da fare e sulla ricollocazione di Terni nel posto che merita come città baricentro di un nuovo sviluppo e proiettata sul rafforzamento del rapporto con Roma.

Chi meglio di chi ha guidato un’associazione di categoria così importante, che ha visto la crisi da vicino con le piccole e medie imprese travolte dal Covid e dalla crisi energetica dovuta alla guerra, può dire la sua per la ricostruzione della Terni del futuro?

La mia è una goccia nell’oceano, ma è chiaro che la forza politica che rappresento, Azione, è pronta a mettersi al lavoro sin da subito per un progetto di questo tipo. Le due coalizioni così come sono composte oggi in vista anche delle elezioni politiche, non faranno altro che proporre alleanze eterogenee non in grado di governare, ed essendo il pensiero principale quello delle elezioni politiche, Terni rimarrà – ovviamente - sullo sfondo. Penso che Terni non debba rimanere ostaggio delle elezioni politiche e del teatro politico che verrà messo in campo da oggi fino al 2023. Per questo, serve pensare da oggi a qualcosa di importante per la città: le energie migliori diano un contributo per rilanciare Terni.

*commissione finanze e tesoro del Senato
gruppo Azione / +Europa 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Terni 2023, Mauro Franceschini è il profilo attorno al quale costruire un progetto serio”

TerniToday è in caricamento