rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Blog

Arvedi-Ast, Filipponi (Pd): “Il ritorno al magnetico ottimo segnale”

Il consigliere comunale del Partito democratico: “La chiusura del 2008 è un ferita per la fabbrica e per la città”

Francesco Filipponi, capogruppo Pd

La riattivazione del magnetico, produzione storica per le acciaierie di Terni, non può che essere accolta con un plauso. Le notizie che trapelano sul piano industriale del gruppo Arvedi per le acciaierie di Terni con un ritorno appunto al magnetico lasciano ben sperare e se confermate rappresenterebbero un segnale importante per una nuova stagione produttiva che tenga insieme grande tradizione e doverosa innovazione. Rammento che la chiusura del magnetico è stata una delle pagine più dolorose della storia recente di Ast. La vertenza del 2004 ha conosciuto momenti drammatici nella consapevolezza che con la cessazione di quella produzione si andavano a comprimere occupazione ma soprattutto le prospettive e il ruolo di un grande produttore siderurgico di livello internazionale.  Quanto accaduto dopo ha confermato che a quella chiusura non sono corrisposte aperture e che ci si è avviati verso una lunga fase di sostanziale mantenimento.

Oggi sembra invece aprirsi una nuova pagina, con il ritorno a produzioni che possono rappresentare molto per il sito di Terni e per il Paese. Le recentissime evoluzioni del mercato internazionale hanno dimostrato che,  se si vuole continuare ad essere un Paese industrializzato, occorre mantenere la presenza in settori strategici, ad iniziare dagli acciai di qualità. Come gruppo consigliare continueremo a fornire il nostro contributo, condividendo e rappresentando le aspettative e le speranze della città e del suo mondo del lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arvedi-Ast, Filipponi (Pd): “Il ritorno al magnetico ottimo segnale”

TerniToday è in caricamento