rotate-mobile
Blog

Terni, Francesco Filipponi: “L’ordinanza sui limiti acustici non aiuta la convivenza tra residenti e proprietari dei locali”

Intervento del capogruppo Pd di palazzo Spada: “Un sistema solo sanzionatorio, senza misure alternative non riesce sicuramente da solo a contribuire a comportamenti operosi da parte di tutti gli attori coinvolti”

“La nuova ordinanza sindacale che inasprisce le sanzioni fino alla chiusura degli esercizi pubblici, sul mancato rispetto dei limiti acustici, non aiuta sicuramente la corretta e giusta convivenza tra residenti e proprietari dei locali. Concordiamo sicuramente sulla necessità di garantire la vivibilità urbana, quale interesse collettivo, e la salvaguardia dei cittadini, ma in questo modo non si raggiunge l'obiettivo sicuramente condiviso della necessità di un adeguato equilibrio tra la fruizione delle varie categorie di utenti e la tutela dei residenti nelle aree urbane.

Inasprire la disciplina già vigente in materia di inquinamento acustico, sino alle più energiche misure della sospensione dell’attività e della revoca delle concessioni, senza la doverosa condivisione e concertazione tra le associazioni di categoria, esercenti e residenti, non è sufficiente a risolvere i problemi legati alla sicurezza urbana. A nostro avviso è invece necessario un confronto permanente tra amministrazione, residenti ed esercenti, condiviso anche la Prefettura, la Questura e le forze dell'ordine, il quale ponga le basi per una corretta convivenza.

Un sistema solo sanzionatorio, senza misure alternative non riesce sicuramente da solo a contribuire a comportamenti operosi da parte di tutti gli attori coinvolti. Come gruppo consiliare avanzeremo le nostre proposte, per far sì che le scelte possano sempre essere concertate e condivise al meglio tra tutti gli attori”.

Capogruppo Pd*

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Francesco Filipponi: “L’ordinanza sui limiti acustici non aiuta la convivenza tra residenti e proprietari dei locali”

TerniToday è in caricamento