Blog

Giornata mondiale contro l'omofobia. Le opposizioni contro la giunta Latini: "Nessuna parola e iniziativa di commemorazione"

Attacco all'amministrazione comunale da parte dei capigruppo del Pd, M5S, Senso Civico e Terni Immagina in occasione della 31esima giornata mondiale contro l'omofobia: "Resta in silenzio, prigioniera delle sue battaglie di retroguardia"

Un silenzio che, secondo le opposizioni di Palazzo Spada, equivale a un rumore assordante. Duro attacco da parte dei capigruppo di Pd, M5S, Senso civico e Terni Immagina nei confronti della giunta comunale, rea di non aver proferito parole istituzionali per commemorare la 31esima giornata mondiale contro l'omofobia: "Assolutamente vergognosa l’indifferenza e il silenzio - scrivono i capigruppo di opposizione in una nota -. Anche quest’anno nessuna parola e nessuna iniziativa da parte del sindaco Latini e della sua amministrazione per contrastare un fenomeno così odioso come quello della violenza e della discriminazione fondate sull’orientamento sessuale e sulle scelte di vita delle persone.

Mentre tutte le istituzioni italiane, ad iniziare dal presidente della Repubblica Mattarella, e quelle internazionali - osservano i capigruppo di opposizione -, si preoccupano oggi di ribadire con forza il loro impegno affinché cessi una situazione che ogni giorno si fa più intollerabile e di cui la nostra città non è esente, l’amministrazione comunale resta in silenzio, prigioniera delle sue battaglie di retroguardia".

"C'è una Terni che non si riconosce nei silenzi di questa amministrazione"

Secondo i consiglieri di minoranza c'è "Il dovere di continuare a ricordare che esiste una Terni che sulla accettazione dell'altro ha idee diverse da questa ammnistrazione, una Terni maggioritaria che non si riconosce nei silenzi di questa amministrazione, una città che ripudia ogni forma di discriminazione e chiede pari dignità e libertà per ogni cittadina e cittadino di Terni. 

La giornata mondiale - sottolineano i capigruppo di opposizione - ci consegna anche quest’anno dati allarmanti, le violenze e le discriminazioni dentro le mura domestiche, sui posti di lavoro e negli ambienti più inaspettati, sono crescenti e la nostra città non può permettersi di isolarsi o di ignorare. È necessario porre in campo, insieme a tutte le istituzioni, iniziative culturali e sociali per ribadire - concludono - che nessuna forma di discriminazione può essere accettata e per dare tutto il sostegno necessario alle eventuali vittime”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale contro l'omofobia. Le opposizioni contro la giunta Latini: "Nessuna parola e iniziativa di commemorazione"

TerniToday è in caricamento