rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Blog

Comune di Terni, Michele Rossi: “Integrazioni al Dup costruttive. Libertà di iniziativa che a qualcuno può dare fastidio”

Il capogruppo di Terni civica insieme alla collega del Gruppo misto Doriana Musacchi hanno arricchito il dibattito al Documento unico di programmazione attraverso una serie di proposte

“Una città non si misura dalla sua larghezza e lunghezza ma dall’ampiezza della sua visione”. È con questa frase di Herb Caen che si apre il Documento unico di programmazione, relativo al triennio 2022-2024. Nei giorni scorsi si è sviluppato un ampissimo dibattito che ha portato l’intera giunta al confronto in commissione, prima dell’approdo in Consiglio comunale.

Il capogruppo di Terni civica Michele Rossi, in collaborazione con la collega del Gruppo misto Doriana Musacchi, hanno proposto alcune integrazioni al Dup: “Con spirito costruttivo, giuste e di arricchimento al documento dell’esecutivo. Per alcune di queste – ha affermato il capogruppo - non è servito nemmeno averle prime concordate preventivamente con tutti gli assessori competenti che lealmente sostengo da inizio consiliatura. Probabilmente fastidiosa, qualcuno me l’ha apertamente rinfacciato, la possibile visibilità che questa iniziativa mi avrebbe dato”.

Secondo Michele Rossi: “Appartenendo ad una lista civica ho l'eccezionale privilegio di una facilità e libertà di iniziativa politica che altri forse non hanno, può dare fastidio, generare antipatia me ne rendo conto ma per questo ho tenacemente combattuto”. Questi i temi: “Realizzazione di un progetto complessivo di messa a sistema di tutte le antiche municipalità ternana, in grado di concorrere a finanziamenti governativi o europei, con la finalità di rivitalizzare il tessuto socio-culturale ed economico dei borghi”

Inoltre la: “Creazione con il coinvolgimento della Fondazione Umbria Film Commission di un festival interamente dedicato alle serie Tv con incontri, proiezioni ed eventi sulle fiction tv del momento. Studio per una revisione della ZTL con nuove individuazioni di posizionamento di varchi elettronici. Ampliare la collezione museale con nuove acquisizioni e il ritorno in prestito di beni esposti o conservati in altre sedi museali. Riapertura dello sportello cittadino della Soprintendenza della Regione Umbria già sperimentato e poi chiuso presso la sede cittadina dell'archivio di Stato. Organizzare in partnership con soggetti associativi, un servizio di visite guidate al centro storico”.

Infine: “Ampliare l'offerta museale cittadina con nuovi spazi espositivi da realizzare secondo tematica (Museo della Cartolina, Museo dei disegni Bazzani, Museo del Cantamaggio..) Al fine di avviare il rilancio degli spazi cinematografici studios di Papigno si promuove uno studio analitico sia dei costi di ripristino funzionale che delle possibilità di mercato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Terni, Michele Rossi: “Integrazioni al Dup costruttive. Libertà di iniziativa che a qualcuno può dare fastidio”

TerniToday è in caricamento