rotate-mobile
Blog

Natale di Terni: “Completamente ignorati quartieri, borghi, municipalità e periferie. Non sono zone di Serie B”

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti: “Si è persa ancora una volta l'occasione di fare qualcosa per ricostruire e riconnettere il tessuto del territorio”

“Natale di Terni, luci, acqua e magia” è l’appuntamento che per il terzo anno consecutivo animerà e colorerà la città, in occasione delle festività natalizie. Nel corso della giornata di oggi – lunedì 18 ottobre – è stato pubblicato il bando per il servizio di ideazione, realizzazione, noleggio, manutenzione, smontaggio di installazioni e addobbi artistici e luminosi. Inoltre, nel contempo, è possibile conoscere dove verranno collocate le luminarie tra vie e piazze del centro cittadino. Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti ha dichiarato a riguardo: “Anche quest'anno nel bando per il Natale di Terni, il cui costo ammonta a 135.600 Euro, vengono completamente ignorati i quartieri della città, i borghi, le municipalità e le periferie, come fossero zone di serie B, dove cittadini e commercianti non meritano l'attenzione dell'amministrazione comunale, nonostante svolgano un ruolo essenziale e paghino le tasse come tutti, senza avere indietro servizi”.

Questo quanto si legge nella determina n. 2883 del 14/10/2021 “Il  progetto  di  "Natale  a  Terni  2021"  intende  rafforzare  lo  sviluppo  del  Territorio  con  l’installazione  di pregiate  luminarie,  luci  e  decori  natalizi  nel  centro  di  Terni,  idealmente  creando  una  direttrice  che  da Piazza  Tacito,  si  sviluppa  fino  a  Palazzo  Spada,  coinvolge  le  Vie  limitrofe,  Via  Mazzini,  Piazza  Bruno Buozzi  e  la  valorizzazione  di  Piazza  San  Francesco,  con  relativa  Basilica,  il  Fiume  Nera  nel  tratto  di Ponte  Carrara  e  Ponte  Garibaldi,  con  relativa  Prua  (meglio  descritto  negli  atti  di  gara)”. Pertanto: “Si è persa ancora una volta l'occasione di fare qualcosa per ricostruire e riconnettere il tessuto del territorio, per promuovere una città che vada oltre la distinzione centro e periferia. Per l'ennesima volta – conclude il capogruppo - si è dimenticata una intera parte di città, nonostante in sede di approvazione abbia sollevato anche quest'anno il tema di approfittare delle festività natalizie per investire e promuovere tutto il territorio”.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale di Terni: “Completamente ignorati quartieri, borghi, municipalità e periferie. Non sono zone di Serie B”

TerniToday è in caricamento