rotate-mobile
Blog

“Piazzale Silvio Berlusconi, polemica sterile. Piuttosto, pensiamo a far funzionare il PalaTerni”

L’intervento di Alessandro Gentiletti (Terni Valley): “Argomento di distrazione di massa, serve un cronoprogramma e un calendario degli eventi perché quella è un’infrastruttura preziosa che può contribuire al rilancio della città”

Non avrei intitolato il piazzale del palasport a Berlusconi semplicemente perché avrei preferito uno sportivo ternano oppure che fosse dedicato a tutti gli eroi dello sport. Tuttavia, la polemica sull’intitolazione non mi appassiona particolarmente, da un lato perché penso che l’antiberlusconismo postumo sia una ripetizione della storia e Marx diceva: la storia si ripete sempre due volte, la prima come tragedia, la seconda come farsa. Dall’altro, perché penso che vada incalzata la giunta non tanto su a chi vuole intitolare il piazzale, argomento di distrazione di massa, quanto su come e quando quel palasport entrerà finalmente in funzione, chi lo gestirà.

Andrebbe chiesto subito un cronoprogramma e il calendario degli eventi. È una infrastruttura preziosa che può contribuire a rilanciare la città e va messa a sistema quanto prima. Non può stare lì appesa in attesa. Quando ero consigliere di opposizione, depositai un atto di indirizzo su questo, per la messa a sistema delle infrastrutture sportive, con il coinvolgimento delle tante qualificate realtà del territorio. La giunta di prima non se ne occupò, spetta a questa segnare il cambio di passo. La situazione del palasport si può sbloccare, coinvolgendo in conferenza programmatica tutte le realtà del territorio.

*Terni Valley

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Piazzale Silvio Berlusconi, polemica sterile. Piuttosto, pensiamo a far funzionare il PalaTerni”

TerniToday è in caricamento