rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Blog

“Superbonus, senza proroga per i condomini rischio chiusura per centinaia di cantieri e imprese”

L’intervento di Confartigianato e Cna dell’Umbria: “Occorre un intervento legislativo, di ridotto impatto sulle finanze pubbliche, ma indispensabile per evitare forti contenziosi fra cittadini e imprese e pericolose corse per terminare i lavori”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota diffusa da Confartigianato imprese e Cna dell’Umbria sui rischi conseguenti alla mancata proroga del superbonus per i condomini.

------------------

Confartigianato imprese Umbria e Cna Umbria esprimono forte preoccupazione per il fatto che la richiesta proroga della scadenza del superbonus edilizio per i condomini fissata per il 31 dicembre non sia stata ancora disposta dal Governo.

La travagliatissima vicenda del superbonus ha reso particolarmente difficile per le imprese condurre nei ristrettissimi tempi previsti il completamento dei cantieri, in un quadro di continua variazione delle norme, stretta creditizia, inflazione e scarsità di forniture.

Dei circa 25mila cantieri a rischio a livello nazionale, molte centinaia sono in Umbria. Il mancato buon fine di una parte rilevante di questi cantieri determinerebbe un impatto economico devastante sui condomini, sulle imprese, con la possibile chiusura di molte di esse, e sull’intera economia regionale umbra; le imprese e i privati non potrebbero sopportare per evidenti ragioni tecnico-economiche la riduzione del beneficio pubblico in caso di non rispetto del termine del 31 dicembre.

Inoltre, senza un intervento governativo di proroga, la pretesa di chiudere una misura nazionale di promozione del risparmio energetico di enormi dimensioni in tempi operativi non congrui potrebbe comportare il rischio di abbassare le condizioni di sicurezza del lavoro in edilizia.

Occorre un intervento legislativo, di ridotto impatto sulle finanze pubbliche, ma assolutamente indispensabile per evitare forti contenziosi fra cittadini e imprese e pericolose “corse” per terminare i lavori. Confartigianato e Cna hanno già proposto al Governo una proroga di almeno tre mesi, per i cantieri presso i condomini, condizionata alla realizzazione al 31 dicembre 2023 di almeno il 60% dell’intervento globale.

Auspichiamo che il Governo al più presto intervenga con la proroga rispondendo positivamente a queste diffuse richieste delle imprese e dei privati cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Superbonus, senza proroga per i condomini rischio chiusura per centinaia di cantieri e imprese”

TerniToday è in caricamento