rotate-mobile
Blog

Terni, Giovanni Maggi: “Sulle emergenze abitative e manutenzioni sto con i sindacati”

L’assessore all’edilizia pubblica Giovanni Maggi: “Ora serve dare operatività alle dichiarazioni quindi la richiesta alla Regione di un incontro congiunto”

“Nella seduta congiunta della I e II commissione consiliare che si è tenuta ieri mattina con la partecipazione delle organizzazioni sindacali di categoria sono state esaminate le tre proposte avanzate dagli stessi sindacati inerenti alle problematiche connesse alla gestione dell'edilizia residenziale pubblica. Ho riaffermato di condividere tutte le proposte presentate, tra l'altro già affrontate con i sindacati in un incontro precedente, ed in particolare, al fine di consentire la qualificazione delle case sfitte sia ai fini dell'assegnazione a seguito  del bando sia per dare riscontro alle richieste di mobilità, ho già provveduto alla mappatura di tutte le abitazioni di proprietà del Comune ed un tecnico comunale, per ogni edificio sfitto, sta provvedendo a redigere una stima del costo dei lavori per la programmazione degli interventi.

Analoga attività, come condiviso dalle oo.ss, all'Ater per i propri alloggi non attualmente assegnabili.
Ho anche condiviso la richiesta di aprire un tavolo congiunto Comune, sindacato, Ater e Regione per affrontare in maniera operativa la problematica. Al riguardo ho evidenziato però che la posizione della Regione che, nonostante l'ATER incassi e gestisca e l'intero importo dei canoni di locazione, anche quelli degli alloggi di proprietà comunale ed in violazione della convenzione in essere tra Comune ed Ater, pretende che la manutenzione straordinaria avvenga a spese del Comune, e l'atteggiamento dell'assessore regionale che continua ad offendere l'Amministrazione comunale sui social, non consentiranno una trattativa serena e proficua.

Ampia disponibilità ad affrontare con i sindacati le problematiche per le richieste di mobilità.
Infine, dopo aver valutato positivamente il bando di luglio 2023 sull'emergenza abitativa che comunque ha consentito a 7 famiglie di risolvere le emergenze, mi sono dichiarato disponibile a regolare diversamente l'istituto in modo da consentirne, come richiesto dai sindacati, una gestione dinamica in modo da dare risposte immediate alle emergenze abitative. Le posizioni dell'amministrazione sono state chiaramente esposte e vanno tutte nella direzione di risolvere positivamente le problematiche evidenziate dalle OO.SS. Nell'interesse delle fasce più deboli della cittadinanza. Ora serve dare operatività alle dichiarazioni quindi la richiesta alla Regione di un incontro congiunto con Ater, sindacato e Comune per le manutenzioni straordinarie e singoli tavoli operativi".

Assessore all’edilizia pubblica*

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Giovanni Maggi: “Sulle emergenze abitative e manutenzioni sto con i sindacati”

TerniToday è in caricamento