rotate-mobile
Blog

Comune di Terni: “Sindaco senza più la maggioranza. Restituisca fin da subito la parola ai cittadini”

Intervento post seduta di Alessandro Gentiletti di Senso civico e Francesco Filipponi del Partito democratico

Una seduta di Consiglio comunale piuttosto movimentata, è andata in scena nel corso del pomeriggio di oggi, lunedì 7 novembre. La plenaria, rispetto all’orario concordato, è iniziata in ritardo per consentire ad una delegazione di dipendenti della Treofan di essere ascoltati. Successivamente, spazio ai punti all’ordine del giorno con l’ingresso di Valerio Mecarelli e Stefano Antonietti che hanno ristabilito il numero di consiglieri (31) dopo le dimissioni rassegnate da Valeria D’Acunzo e Anna Maria Leonelli.

Diversi i momenti ‘caldi’ del Consiglio che si è concluso in anticipo, poiché è venuto meno il numero legale. Ad entrare nelle dinamiche del pomeriggio il capogruppo Alessandro Gentiletti di Senso civico: “La maggioranza eletta dai ternani non aveva i numeri per governare, tanti erano i consiglieri che hanno deciso di disertare la seduta in aperto contrasto col sindaco. Se si è potuto procedere ad approvare le surroghe dei consiglieri dimissionari (tutti della maggioranza) ed evitare così di violare la legge e di essere diffidati è stato per il senso di responsabilità delle opposizioni, che hanno tenuto il numero legale”

Le votazioni sulle proposte di delibere: “Ugualmente se si è riuscito ad approvare atti amministrativi importanti, non totalmente condivisibili ma comunque utili alla macchina amministrativa, come quelli necessari per l'efficientamento energetico del teatro Secci, per la digitalizzazione delle procedure del superbonus e per gli interventi di adattamento climatico sulle isole di calore. Soldi e finanziamenti che senza il senso di responsabilità delle opposizioni non avremmo potuto incamerare fin da subito. Mancano ancora sette mesi alle elezioni ed il sindaco Latini – conclude il capogruppo - già non ha più la maggioranza neanche in Consiglio comunale. Sarebbe doveroso che ne prendesse atto e valutasse di conseguenza, restituendo fin da subito la parola ai cittadini”.

Intervento Filipponi

A margine della seduta l’intervento del capogruppo Francesco Filipponi (Pd): “Di fronte alla necessità di surroga di due consiglieri comunali, dopo la serie infinita di cambi di casacca e dimissioni, solo grazie all'alto senso delle istituzioni delle minoranze è stato possibile il rispetto delle procedure dovute per legge. Di fronte alle assenze di massa nella maggioranza ed in particolare nella Lega abbiamo garantito l'ascolto dei lavoratori Treofan ed il rispetto di un obbligo normativo dovuto alla surroga di due consiglieri comunali. È ormai la guerra per bande a contraddistinguere quella Lega che a Terni prese il 30% nel 2018, oggi infatti le maggiori defezioni si sono registrate nei banchi del gruppo consiliare leghista, forza che esprime il Sindaco. È opportuno che il primo cittadino – sostiene Filipponi - spieghi alla città cosa sta accadendo al suo partito ed alla sua maggioranza, qualora non ci fosse più la fiducia senza attendere oltre restituisca la parola ai ternani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Terni: “Sindaco senza più la maggioranza. Restituisca fin da subito la parola ai cittadini”

TerniToday è in caricamento