rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Blog

“Sanità fra tagli indiscriminati e riduzioni di personale, così ci rimettono le categorie più fragili”

Dal SerD di Narni Amelia alle panchine “cancellate” in corso tacito a Terni, l’intervento di Alleanza Verdi Sinistra: “Servono rispetto per le persone, politiche di sostegno, serietà e rafforzamento del ruolo dei professionisti”

È con forte preoccupazione che denunciamo il continuo ridimensionamento dei servizi sanitari nel territorio, non ultimo i SerD di Narni Amelia, i cui territori continuano ad essere umiliati con il depauperamento dei servizi pubblici. La politica sanitaria regionale, sotto la guida della destra, sta deliberatamente smantellando il servizio sanitario pubblico, senza alcuna considerazione per le esigenze delle comunità locali.

Continuano ad essere attuati tagli indiscriminati e riduzioni di personale che hanno un impatto diretto sulle categorie più fragili della nostra società, privandole di un supporto essenziale e mettendo a rischio la salute di gran parte dei cittadini. In particolare, senza il SerD, i servizi di prevenzione e cura delle dipendenze saranno sostanzialmente annullati, infliggendo un ulteriore danno alla nostra comunità.

D’ora in poi, chi si occuperà di questi utenti fragili? Dovranno andare a Terni dove il servizio è già in grave affanno? E con quali risorse per gli spostamenti? In un periodo dove le difficoltà di carattere psico-socio sanitario sono in aumento, i servizi dovrebbero essere rafforzati. Ricordiamo infatti l’importanza cruciale della prevenzione, specialmente per le nuove generazioni. È responsabilità della politica sanitaria garantire la disponibilità di servizi adeguati che aiutino a contrastare le dipendenze e a promuovere, soprattutto nelle nuove generazioni, uno stile di vita sano.

Non ci lasciamo ingannare da inaugurazioni e comunicati stampa che cercano di nascondere questa volontà di distruggere il nostro sistema sanitario e i servizi essenziali.

Chiediamo, consapevoli di fare un appello nel vuoto, alle autorità regionali di rivedere urgentemente queste decisioni dannose e di investire invece nella salvaguardia e nell’ampliamento dei servizi sanitari territoriali di prossimità. Di fronte all’aumento del disagio nella popolazione, dovuto alla pandemia e all’aumento delle diseguaglianze, la Regione di destra taglia i servizi socio sanitari mentre la nuova giunta di Bandecchi a Terni cerca di nascondere la polvere sotto il tappeto, eliminando le panchine dove persone con problemi di dipendenza o di disagio vanno a sedersi. Si pensa che cancellando dalla vista i problemi delle persone (umiliandole ignobilmente) questo possa in qualche modo far dimenticare che questi problemi esistono nella nostra società, abbandonando alla solitudine le famiglie che li vivono.

Servono rispetto per le persone, politiche di sostegno, serietà e rafforzamento del ruolo dei professionisti che con pochi mezzi nel sistema sanitario pubblico combattono quotidianamente queste battaglie o le cose potranno soltanto peggiorare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sanità fra tagli indiscriminati e riduzioni di personale, così ci rimettono le categorie più fragili”

TerniToday è in caricamento