rotate-mobile
Blog Amelia

“Il governo Meloni e la destra amerina cancellano la nostra storia e dimenticano il Teatro Sociale di Amelia”

La struttura non è stata inserita nella lista dei monumenti nazionali prevista dalla proposta di legge in discussione alla Camera, Marco Monzi (Movimento 5 Stelle): “Ennesima farsa del centrodestra, ridotto addirittura a fingere di interessarsi di cultura”

Tra centinaia di teatri in lista, anche di minor pregio, non ce n’è traccia nel disegno di legge in discussione alla Camera. Questa è l’autorevolezza della sindaca Pernazza nei confronti del suo partito. Non c’è niente da fare: anche quando si parla di cultura, il centrodestra dimostra di avere a cuore solo esclusivamente le politiche nere di devastazione del nostro patrimonio storico, culturale e ambientale. Se il ministro di riferimento confonde Londra con New York, è comprensibile che anche la destra umbra abbia avuto difficoltà a segnalare i teatri da far rientrare nel ristretto novero dei monumenti nazionali. Ma possibile che la sindaca, presidente della Provincia di Terni, non abbia sentito il bisogno di far presente questa dimenticanza ai propri referenti politici?

Questa la proposta di legge giunta alla Camera e destinata ad attribuire soltanto ad alcuni teatri italiani tale riconoscimento. Un titolo assegnato in assenza di criteri logici e ovviamente senza stanziamento di risorse. Un titolo vuoto e privo di vantaggi, ideato solo a scopo elettorale. Queste gravi mancanze nella proposta di legge giunta in discussione sono state denunciate dalla deputata umbra del M5S Emma Pavanelli, nel silenzio assordante delle destre.

Soltanto pochi teatri dell’Umbria sono riusciti a entrare in questa speciale ed esclusiva lista, mentre altre strutture di indubbio valore e con caratteristiche uniche al mondo, come il nostro Teatro Sociale, sono rimaste ingiustificatamente e senza motivo esclusi. Purtroppo è stato respinto ogni tentativo da parte del Movimento 5 Stelle di migliorare il testo di legge, ad esempio con l’inserimento di criteri oggettivi in grado di definire il valore di tali luoghi di cultura, elevandoli ad attrattive importanti per i nostri territori. Il disegno di legge rappresenta l’ennesima farsa del centrodestra, ridotto addirittura a fingere di interessarsi di cultura. Ma in fondo, se Time Square può spostarsi magicamente a Londra, il governo Meloni può serenamente dimenticarsi il Teatro Sociale di Amelia.

*vice rappresentante del gruppo territoriale del Movimento 5 Stelle Narni, Amelia e Terre Arnolfe

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il governo Meloni e la destra amerina cancellano la nostra storia e dimenticano il Teatro Sociale di Amelia”

TerniToday è in caricamento