Blog

Ast-Arvedi, Terni Civica: “Governo nella compagine azionaria sarebbe ulteriore garanzia”

La lista di Palazzo Spada: “La vendita delle Acciaierie da criticità si è trasformata in una opportunità. Momento di forte cambiamento per la città”

“L’intervento del governo nella partecipazione azionaria sarebbe una ulteriore garanzia, il sindaco faccia la sua parte”. Così Terni Civica, la lista del Comune di Terni, dopo la vendita del sito di viale Brin da Thyssen Krupp al gruppo Arvedi
“Si è concluso - scrivono in una nota Giovanni Ceccotti e Lorenzo Bartolucci del coordinamento, Michele Rossi consigliere comunale - il processo di cessione delle Acciaierie di Terni, dopo un tortuoso percorso durato quasi dieci anni (le prime dichiarazioni di vendita risalgono al 2011, ndr), una tentata vendita ai finlandesi di Outokumpu stroncata dalla Ue, l’occupazione della fabbrica e la riorganizzazione del 2014, necessaria per rendere più appetibile il sito ternano. Con l’annuncio da parte della Thyssenkrupp della cessione al gruppo Arvedi si apre per la città uno scenario nuovo. Dopo la gestione pubblica della Finsider e quella della multinazionale tedesca, adesso avremo un gruppo privato italiano. Sicuramente è un momento di forte cambiamento per Terni, che non vedrà più sventolare in viale Brin una bandiera straniera. Chi è del settore conosce molto bene la solidità industriale e finanziaria della Finarvedi e le capacità imprenditoriali del Cav. Giovanni Arvedi e per questo riteniamo che ci possano essere le condizioni per un nuovo periodo di rilancio e sviluppo del sito ternano. Proprio in tale direzione auspichiamo un intervento del sindaco volto a richiedere e favorire un intervento del governo, tramite la Cassa depositi e prestiti, nella compagine azionaria che sia di supporto alla nuova proprietà e di garanzia e controllo del buon andamento della nostra acciaieria”.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ast-Arvedi, Terni Civica: “Governo nella compagine azionaria sarebbe ulteriore garanzia”

TerniToday è in caricamento