rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Blog

Tirreno-Adriatico, a rischio l’arrivo di Terni: “Totale fallimento della macchina organizzativa della giunta”

Il capogruppo del Movimento cinque Stelle Federico Pasculli: “Il palcoscenico nazionale dello sport mostrerà a tutti il risultato di una serie di problemi che ormai vanno avanti da anni”

Un prestigioso arrivo di tappa per la città. Mercoledì 9 marzo la manifestazione ciclistica internazionale Tirreno-Adriatico si fermerà a Terni, in prossimità di Palazzo Spada, al termine della terza frazione con partenza da Murlo. I corridori dovranno percorrere 170 km, attraversando diverse località della provincia per poi giungere nel capoluogo con probabile epilogo in volata.

Il capogruppo del Movimento cinque stelle Federico Pasculli, in previsione dell’evento, ha dichiarato: “Il passaggio della corsa è a rischio. Gli agenti di polizia locale da anni denunciano l’impossibilità di operare. Un organico ridotto ai minimi termini ed in età avanzata (età media 58 anni), l’impossibilità di svolgere con efficacia i servizi per l'ordine pubblico, la non completa applicazione del contratto di lavoro e la disparità di trattamento. Una situazione che ha indotto gli agenti del Comune di Terni a indire uno sciopero il prossimo 9 marzo, proprio nel giorno del passaggio della Tirreno-Adriatico.”

Secondo Pasculli: “La riorganizzazione della macchina comunale, o meglio la non riorganizzazione, si produce così nell’apice del disagio per la cittadinanza in una giornata in cui il palcoscenico nazionale dello sport mostrerà a tutti il risultato di una serie di problemi che ormai vanno avanti da anni. Si tratta pertanto di un totale fallimento della macchina organizzativa della giunta Latini.”

Al contempo gli organizzatori hanno annunciato la partecipazione di venticinque squadre. Diciotto di queste rientrano nell’UCI WorlTeams. Nello specifico: Ag2r Citroen Team, Astana Qazaqstan Team, Bahrain Victorious, Bora-Hansgrohe, Cofidis, Ef Education-Easypost, Groupama-Fdj, Ineos Greanadiers, Intermarchè-Wanty-Gobert Matèriaux, Israel Premier Tech, Jumbo Visma, Lotto Soudal, Movistar Team, Quick-Step Alpha Vinyl Team, Team Bikeexchange-Jayco, Team Dsm, Trek-Segafredo, Uae Team Emirates.

Due aventi diritto ovvero Alpecin-Fenix e Team Arkea-Samsic. Infine cinque wild card ossia Bardian Csf Faizane, Drone Hopper-Androni Giocattoli, Eolo-Kometa Cycling Team, Gazprom-Rusvelo e Total Energies.  A partire da lunedì 7 fino a domenica 13 marzo i professionisti percorreranno 1133,9 km. Oltre all’arrivo di Terni è prevista anche la partenza della quarta frazione, il giorno seguente, alla Cascata delle Marmore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirreno-Adriatico, a rischio l’arrivo di Terni: “Totale fallimento della macchina organizzativa della giunta”

TerniToday è in caricamento