rotate-mobile
Blog

Zona traffico limitato a Terni: “Poche idee, confuse e contraddittorie spacciate per sperimentazione”

Intervento della Segreteria Unione Comunale PD Terni Commissione Commercio PD Terni Circolo PD Terni Centro “Lizzi Custodi Montani”

“L'assessore Iapadre, in una nota dell’ufficio stampa del Comune del 24 agosto, rilasciava la seguente dichiarazione: “Intento dell’amministrazione è quello di raccogliere il contributo di tutti gli attori a diverso titolo coinvolti in questo importante processo di cambiamento ad iniziare dai cittadini residenti all’interno della ZTL, per poi coinvolgere anche gli altri soggetti interessati, come le associazioni dei disabili, i sanitari e i commercianti, per i cui rappresentanti verranno organizzati appositi incontri con gli uffici tecnici, nell’ottica di una partecipazione attiva utile a verificare le scelte di mobilità ipotizzate, e la loro adeguatezza ai diversi e variegati bisogni della comunità che vive il territorio.”

Il 4 settembre in seguito ad un incontro con il Comitato dei residenti del centro storico l’assessore Stefania Renzi afferma come da virgolettato di UmbriaOn: “Prima di poter sperimentare una riapertura della ZTL in determinati periodi e in determinate fasce orarie è necessario dare una bella ripulita e revisionare tutti i permessi. Una volta che il tutto sarà regolarizzato si potrà provare perché, come ha detto il vicesindaco Riccardo Corridore, riaprendola specialmente nel tardo pomeriggio e la sera garantirebbe maggior sicurezza ai cittadini e per quanto riguarda invece il commercio potrebbe favorire alcune attività che d’inverno con freddo e pioggia rischiano di non riuscire a lavorare.”

Il 7 settembre rispondendo ad un’interrogazione in Consiglio comunale del PD e di Innovare per Terni il Sindaco Bandecchi definisce vergognosa la situazione dei permessi e dei parcheggi per i residenti all’interno della ZTL. Il 13 novembre il Vicesindaco Corridore annuncia l’apertura in via sperimentale della ZTL dall’8 dicembre. Il giorno successivo il Sindaco Bandecchi smentisce almeno parzialmente il suo vice dicendo che l’annuncio dell’apertura della ZTL non è matematica.

Non c’è chiarezza ovviamente, in un fumoso consolidato gioco al “buttamola in caciara”, in cui si dice tutto e il contrario di tutto, smentendosi a vicenda per poi mostrare le situazioni a cose fatte, all’indomani di decisione già prese. Ad esempio, la maggioranza degli operatori del mercatino vuole il ritorno al Foro Boario? Bene, si resta alla Passeggiata forti di uno pseudo sondaggio in base al quale un gruppo minoritario degli operatori (37% del totale) diventano la maggioranza. I residenti del centro storico nella quasi totalità sono contrari all’apertura della ZTL? I commercianti del centro storico sono divisi a metà tra pro e contro? Benissimo, apriamo la ZTL per il bene della città.

Quali dovrebbero essere i vantaggi per la città provenienti da questa sperimentazione? Avremo di certo un aumento sconsiderato del traffico lungo gli assi viari già abbastanza compromessi come via I Maggio, via Mancini, via Carrara, piazza San Francesco, via Cavour e altre. Un aumento dell’inquinamento e della sosta selvaggia che neanche un esercito di vigili urbani potrà evitare.

E quali i vantaggi per il commercio? Nessuna delle richieste che da anni i commercianti avanzano sono state accolte: niente aumento dei parcheggi a strisce bianche, nessun tipo di convenzione con i gestori dei parcheggi sotterranei limitrofi al centro, nessun servizio di navetta per chi parcheggia al di fuori del centro, nessuna vera politica di crescita turistica aldilà delle solite luminarie e della stella di Miranda. Ci opponiamo fermamente a questo tipo di sperimentazioni che non nascono dalla progettualità politica e dal confronto di diverse esigenze ma che sono figlie solo di incontinenza propagandistica e supponente protagonismo".

Segreteria Unione Comunale PD Terni Commissione Commercio PD Terni Circolo PD Terni Centro “Lizzi Custodi Montani”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona traffico limitato a Terni: “Poche idee, confuse e contraddittorie spacciate per sperimentazione”

TerniToday è in caricamento