menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Briccialdi, docenti pronti all'occupazione

Da lunedì notte si dicono pronti a dormire all'interno dell'istituto se non ci sarà chiarezza sulla attuale situazione relativa a debiti, fondi e statalizzazione. Le Rsu: "Avanti a oltranza. Nessuna interruzione delle lezioni ma se non avremo risposte sarà sciopero"

Poche ore e scatterà l'occupazione dell'istituto musicale 'Briccialdi'. I docenti dormiranno all’interno dell’istituto. La clamorosa forma di portesta è stata indetta dai sindacati di categoria. Debiti e poca chiarezza, dicono, stanno compromettendo la statalizzazione dell’istituto che in questo modo rischia di chiudere. Ecco dunque che le Rsu, in accordo con tutto il personale, hanno deciso di attuare quello che potrebbe rappresentare l'anticamera dello sciopero: "Una lotta – spiegano le Rus – per sensibilizzare enti e istituzioni a favore della salvezza dell’unico polo culturale della città che oggi conta oltre trecento studenti da tutta Italia e una quarantina di docenti a vario titolo”.
Se il Briccialdi dovesse chiudere il posto di lavoro dei docenti è garantito perché verrebbero redistribuiti nel sistema dei conservatori italiani, ma la città di Terni perderebbe un istituto dall'alto valore culturale nel quale ha investito tante energie e tante risorse per molti anni. Un danno incalcolabile. "L’occupazione, - rimarcano le Rsu - durerà a oltranza ma non creerà alcun disagio agli allievi che anzi verranno coinvolti insieme alle loro famiglie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento