rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Arredare

Il segreto per un sonno ristoratore? La rete giusta per il materasso

Molti non considerano l'importanza di avere una rete adeguata alle nostre esigenze per garantirci un sonno fisiologico

Dormire bene è fondamentale per la salute dell'organismo. Un buon sonno fisionlogico infatti ci garantisce le giuste nenergie per affrontare le giornate. La qualità del sonno non dipende solo dal materasso, ma anche da una buona rete, che deve sostenere il peso del corpo e del materasso. Ecco perché anche questo elemento deve essere scelto con cura.

Scegliere il modello giusto può non essere facile, ma basterà prendere in considerazione tutte quelle caratteristiche che ci permettono di riposare serenamente e svegliarci ogni mattina senza fastidi.

Scegliere con cura il materiale

Poiché le reti devono essere resistenti e durare nel tempo, i materiali più utilizzati per la loro realizzazione sono due: legno e metallo. I modelli più recenti sono generalmente di legno, nella versione più resistente quello massello, con costi elevati. Se vogliamo avere una rete robusta, senza spendere una fortuna, possiamo scegliere il legno pressato che ha le stesse finiture del materiale naturale.

Anche il metallo è molto utilizzato per le reti dei materassi: ha la caratteristica di essere resistente come il legno, ma nello stesso tempo ha costi molto più contenuti. In alternativa, sempre più spesso si realizzano reti che hanno una struttura mista realizzata in legno per quanto riguarda la testiera e le doghe, mentre il metallo viene impiegato per la struttura portante.

L'importanza dell’altezza della rete

Anche se non ci si pensa, anche l’altezza della rete è un fattore importante che contribuisce a rendere il sonno migliore. Per una corretta fisiologia e per la nostra comodità, infatti, la rete deve avere una giusta distanza dal pavimento per consentire un'agile discesa dal letto e per assicurare la pulizia sotto il letto. Generalmente l’altezza ideale va dai 35 ai 45 centimetri a cui si va ad aggiungere quella del materasso che si aggira intorno ai 30 cm. Quindi per essere comodo il letto deve essere alto dai 60 ai 70 centimetri.

La tipologia di rete in base alle esigenze

Sono tre le tipologie di reti in commercio, ognuna con caratteristiche precise: rete con molle, rete con doghe e rete con doghe elettriche.

Rete con molle

Questomodello è il più classico, presenta una struttura in metallo a cui viene agganciata una maglia a rete con molle. A seconda della struttura della rete e delle molle presenti al suo interno, è più o meno rigida. Qualche anno fa era la tipologia di rete più diffusa, mentre ultimamente è stata sostituita perché le molle tendono a perdere rigidità più rapidamente rispetto alle doghe in legno.

Scegliere il cuscino giusto per dormire bene

Rete a doghe

Questo tipo di struttura in materiale misto è sempre più diffuso, ha una struttura in metallo a cui vengono agganciati dei listelli rettangolari in legno il cui spessore e la cui larghezza possono variare in base al modello. Più le doghe sono larghe e più la rete sarà rigida, mentre più sono strette e numerose e più morbido sarà il supporto garantito dalla rete.

I materiali utilizzati per le doghe sono principalmente tre:

  • Faggio: è elastico ma bisogna scegliere con attenzione lo spessore, perché se troppo sottile non assicura un sostegno confortevole, quindi meglio non scendere sotto gli 8 millimetri
  • Betulla: il materiale è molto rigido e con il tempo potrebbe diventare rumoroso
  • Eucalipto: resistente e duraturo, la qualità dipende molto dallo spessore e dalla sua provenienza (meglio scegliere quello con certificazione europea)

Oltre al materiale queste reti differiscono anche in base alla disposizione delle doghe che possono essere orizzontali o verticali. Nel primo caso la struttura ha una sua rigidità che viene incentivata dal materasso, solitamente quelli in memory sono i più indicati perché si adattano meglio alla rete.

Quelle verticali, invece, hanno una struttura in metallo esterna e due rinforzi centrali per sorreggere le doghe posizionate appunto in verticale: il risultato sarà una rete molto più rigida rispetto a quella con doghe orizzontali.

Rete con doghe elettriche

Si tratta della versione più moderna delle classiche reti con doghe in legno, dotate in questo caso di un motore che permette di alzare e abbassare una parte del letto in base alle proprie esigenze. Questo modello, infatti, è indicato per chi ha problemi respiratori e facilita la circolazione delle gambe.

Prodotti online

Rete a maglia morbida

Rete con doghe orizzontali

Rete doghe verticali

Rete doghe motorizzate

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il segreto per un sonno ristoratore? La rete giusta per il materasso

TerniToday è in caricamento