rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Sorpreso in giro ma doveva rispettare l’obbligo di isolamento: “Non sopporto più psicologicamente la reclusione”

I controlli degli agenti della polizia di stato. Ventenne positiva al Coronavirus fermata mentre era in auto sulla strada statale 675

Due episodi distinti, legati agli accertamenti effettuati dalla polizia di stato che riguardano il rispetto delle normative, per fronteggiare la diffusione della pandemia da Coronavirus. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, nel corso della notte scorsa, gli agenti della stradale hanno fermato un giovane, in prossimità della stazione ferroviaria. Nonostante l’obbligo di dimora imposto dalla Usl Umbria 2, pur a conoscenza dell’isolamento obbligatorio, il ragazzo circolava nel centro cittadino in auto, in compagnia di un amico.

Una volta fermato e controllato avrebbe dichiarato di non essere in grado di sopportare psicologicamente lo stato di isolamento e reclusione. Perciò era uscito da casa, sperando di non essere scoperto.

A seguito di ulteriori monitoraggi una ragazza ventenne, positiva al Covid, invece di restare rigorosamente isolata e lontana da ogni possibile contatto con terzi nella sua casa di Rieti, se ne andava serenamente in auto sulla SS675 in compagnia di un amico, durante le prime ore del pomeriggio. I due contravventori sono stati denunciati in stato di libertà per violazione del D.L.19/2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso in giro ma doveva rispettare l’obbligo di isolamento: “Non sopporto più psicologicamente la reclusione”

TerniToday è in caricamento