menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lumachicida nelle ciotole per acqua e cibo, “ormai i gatti saranno morti o moribondi nella boscaglia”

La colonia felina di Quadrelli, Montecastrilli, torna al centro della polemica. La denuncia dei volontari: questo è il livello di civiltà

Dopo l’ordinanza contestata e le polemiche, si scrive un altro capitolo nella “guerra” dei gatti di Quadrelli.

Lo scorso 12 luglio, il sindaco di Montecastrilli, Fabio Angelucci, ha emanato un’ordinanza che vieta a chiunque di rifocillare gli animali, compresa la “gattara” assegnata a questa specifica colonia felina, composta da una decina di esemplari. Questo, come si legge nell'atto, a causa della vicinanza con un asilo e una struttura per anziani. La presenza degli animali, secondo il Comune, infatti, avrebbe determinato condizioni igienico sanitarie non proprio ottimali della zona di via della Portella.

L’atto era stato contestato da Enpa Narni che aveva parlato di “un’ordinanza che si pone in netto contrasto con la legge nazionale n.281/1991. Non esiste nessuna norma di legge che faccia divieto di alimentare gli animali randagi nei luoghi in cui essi trovino rifugio. Si evidenzia come la mancata somministrazione di cibo metta in serio rischio l’incolumità dei felini che potrebbero morire di inedia ed a questo punto si integrerebbe il reato di maltrattamento”.

Il primo cittadino aveva replicato, sottolineando che l’amministrazione si era mossa “in maniera saggia – ha osservato Angelucci - cercando di dare delle risposte che favoriscono la pacifica convivenza di tutte le categorie qui rappresentate”. Nonostante questo, si è “cercato di far passare un messaggio falso è tendenzioso, dicendo che il sindaco vieta l’alimentazione dei gatti randagi cercando di mettere nella gogna mediatica il sottoscritto”.

lumachicida-2Oggi la nuova denuncia da parte degli ambientalisti. “Nonostante l’impegno e gli sforzi messi in atto, con il posto di ristoro per i randagi spostato completamente fuori dalla visibilità umana (operazione fatta nel solo interesse degli animali…) residenti imbecilli hanno colpito ancora. Quando oggi (giovedì 8 agosto, ndr) la referente della colonia è andata a portare crocchette e acqua nella ciotola ha trovato residui di lumachicida e non ha visto un gatto. Saranno morti o moribondi nella boscaglia. Questo è il livello di civiltà di alcuni cittadini di Quadrelli. A voi le dovute considerazioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento