Scappa di casa a 80 anni dopo un litigio coi famigliari, ricercata dalla polizia in mezza Italia

È successo a Taranto dove la donna, residente a Milano, era in vacanza con i suoi. Rintracciata nel Ternano grazie alle analisi delle cellule telefoniche

La telefonata che ha spento le ansie di tuta la famiglia è arrivata dopo trentasei ore da incubo. Una donna di 80 anni, residente a Milano, si è allontanata dalla casa del figlio a Taranto, nella quale stava trascorrendo qualche giorno di ferie, dopo avere un litigio con i famigliari.

La donna si era allontanata, non dando più notizie di sé. I famigliari, allarmati, hanno segnalato la cosa alla sala operativa della questura di Taranto: sono scattati immediatamente tutti i protocolli previsti per il rintraccio delle persone scomparse.

Dalle indicazioni del figlio, presumendo che la donna avesse intenzione di far ritorno nel capoluogo lombardo, gli agenti del 113 hanno così avviato le ricerche.

Con la meticolosa verifica presso tutte le compagnie di autolinee ed i treni in partenza da Taranto, i poliziotti sono riusciti a scoprire che a nome della donna era stato acquistato biglietto di un autobus per Roma con partenza dal capolinea del Porto Mercantile.

Le ricerche si sono poi arricchite di nuovi elementi che hanno confermato gli iniziali sospetti: infatti l’analisi della celle telefoniche ha permesso di agganciare il cellulare dell’anziana donna in provincia di Terni. Il dato ha confermato che era in viaggio verso la Capitale.

Ricerche che si sono così protratte per tutto la giornata di ieri, impegnando anche i colleghi della Polfer di Roma e delle stazioni ferroviarie lungo la tratta Roma-Milano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna a tarda sera, a circa 36 ore dal suo allontanamento, dopo aver fatto ritorno a casa e su sollecitazione degli operatori di polizia, ha deciso di avvisare e rassicurare telefonicamente i familiari che finalmente hanno visto dissolversi due giorni da incubo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lugnano, un'edicola acquistata da un mese già rischia di chiudere: "Mi avevano detto che era tutto a posto"

  • Ferite al volto e alla testa e una spalla fratturata: anziano aggredito in centro a Terni mentre va a votare

  • Rissa in pieno centro a Terni tra lo stupore dei passanti, giovane trasportato all’ospedale

  • Flavio e Gianluca, la “lezione” non è servita. E il metadone di Terni continua a fare “vittime”

  • Coraggio e senso di appartenenza, due giovani aprono una nuova attività. Primissima volta a Terni: “Grande orgoglio”

  • Sesso e droga con due minorenni. Nei guai un trentenne ternano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento