Cronaca Orvieto

Anziano solo in casa chiama i poliziotti: “Venite, non mi sento bene e ho bisogno di parlare con qualcuno”

Vedovo, con l’unico figlio lontano da casa per lavoro, ha allertato il commissariato di Orvieto. Gli agenti hanno verificato le sue condizioni di salute e sono rimasti un po’ con lui. C’è stato anche il tempo per un selfie

Ottantotto anni, vedovo. E con l’unico figlio lontano da casa per lavoro. “Vivo da solo e questa solitudine è davvero pesante”, ha detto agli agenti che hanno risposto alla sua richiesta.

È successo qualche giorno fa ad Orvieto. L’uomo, che vive alla periferia della città della rupe, ha chiamato il commissariato di pubblica sicurezza: “Venite, non mi sento molto bene. Ho bisogno di aiuto”

Nel giro di pochi minuti, a casa dell’uomo è arrivata una pattuglia che ha subito verificato le sue condizioni di salute, trovandolo in buono stato ma un po’ confuso. Gli agenti hanno poi telefonato al figlio, che vive lontano da Orvieto, e che ha rassicurato sul fatto che il giorno dopo sarebbe arrivato per fermarsi qualche giorno con il padre, che sente comunque in maniera regolare.

I poliziotti sono rimasti un po’ a parlare con l’uomo, che tranquillizzatosi, ha posato con loro anche per un “selfie”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano solo in casa chiama i poliziotti: “Venite, non mi sento bene e ho bisogno di parlare con qualcuno”

TerniToday è in caricamento