Coronavirus, appello dal carcere: “Da dieci giorni con febbre alta e tosse, ma nessuna verifica anti-Covid”

In cella da fine aprile perché accusato di una rapina in un supermercato di Terni, il trentenne è ora ricoverato nel reparto infermeria di Sabbione. L’avvocato Marini: pronto a chiedere il risarcimento dei danni

È entrato in carcere qualche giorno prima della fine di aprile quando la polizia gli ha fatto scattare le manette ai polsi perché accusato – assieme al fratello – di avere rapinato il supermercato Emi di via Di Vittorio a Terni. Come da prassi, al momento dell’ingresso nella struttura penitenziaria di vocabolo Sabbione, è stato sottoposto a tampone per la verifica di un eventuale contagio da Covid19.

GUARDA | Il colpo in una manciata di secondi: il video della rapina

Il test ha dato esito negativo, ma poi sembra che le condizioni del trentenne siano peggiorate, soprattutto dopo il decesso di un altro detenuto.

“Da circa dieci giorni – raccontano ora i famigliari del ragazzo – accusa sintomi da Covid19 come febbre alta e tosse”. Attualmente è ricoverato nel reparto infermeria del carcere ternano, ma ne suoi confronti non sarebbe stata attivata alcuna terapia particolare né, tantomeno, è stato ripetuto il test per verificare un eventuale contagio da Coronavirus.

marini_1-2“Nelle prossime ore scriverò alla direzione del carcere per chiedere che vengano prese tutte le misure del caso”, spiega l’avvocato Giacomo Marini, difensore del ragazzo, raggiunto telefonicamente da TerniToday mentre si trova in Sicilia per seguire un importante processo di mafia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ed è evidente che se il mio assistito dovesse avere dei danni da questa situazione – aggiunge il legale – siamo pronti a chiedere un risarcimento per quanto eventualmente non sia stato fatto per garantire la salute di questo ragazzo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento