rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca

E’ scomparso l’artista Agapito Miniucchi, la città di Terni saluta colui che ha realizzato uno dei suoi simboli

La scultura datata 1981 denominata Hyperion è collocata in piazzale dell’Acciaio realizzata dal maestro Miniucchi

Profondo cordoglio per la scomparsa di Agapito Miniucchi. L’artista avrebbe compiuto cento anni il prossimo 26 settembre. Nato a Rocca Sinibalda, in provincia di Rieti, è tuttavia considerato ternano di adozione ed ha vissuto anche a Pesaro, con i suoi genitori, in età preadolescenziale. Ha studiato medicina e chirurgia, esercitando successivamente la professione di odontoiatra, per poi iniziare a dipingere.

Nel corso degli anni settanta si indirizzò sull’arte cosiddetta ‘povera’ utilizzando materiali come legno, ferro, pietra. E proprio a Terni decise di realizzare Hyperion (Uprium) evocando il titano, il dio gigante che si generò da sé, immaginazione della potenza e della solidità. Una scultura mastodontica collocata all’interno del piazzale dell’acciaio la quale rappresenta una sorta di biglietto da visita per la città, in prossimità di addentrarsi nel centro cittadino. 

Un artista molto conosciuto ed apprezzato per opere che descrivono, in un particolare linguaggio, le vicende degli esseri umani ragguagliate al mondo naturale che li accoglie. Correva l’anno 2000 quando il Comune di Terni dedicò ad Agapito Miniucchi una grande antologica, organizzata presso Palazzo Gazzoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ scomparso l’artista Agapito Miniucchi, la città di Terni saluta colui che ha realizzato uno dei suoi simboli

TerniToday è in caricamento