rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca Maratta / Via Narni

Pericoli in via Narni: “Alta incidentalità anche per frequenti fenomeni di sosta selvaggia” In arrivo la possibile soluzione

L’assessore alla viabilità Giovanna Scarcia risponde alle interrogazioni del Movimento Cinque Stelle su via Narni e via del Convento: “Possibile utilizzo del targa system”

Una duplice interrogazione, rivolta all’assessore preposto Giovanna Scarcia, concernente due assi stradali contigue come via Narni e via Del Convento. I consiglieri comunali del Movimento cinque stelle avevano presentato tali documenti, nel corso delle scorse settimane. Nel corso dell’ultimo Question time il capogruppo Federico Pasculli, su via del Convento, ha ricordato la presenza di dossi: “Non più segnalati, in alcuna maniera e di grande rilievo geometrico. Nelle ore notturne la strada è pressoché buia. Pertanto sono pericolosi sia per le auto ma soprattutto per i veicoli a due ruote, i quali si trovano all'improvviso ad imbattersi in tali ostacoli”.

A poche decine di metri dai dossi segnalati l’incrocio con via Narni, arteria oggetto di un secondo atto: “Gli elevati volumi di traffico ed il passaggio di mezzi anche di notevoli dimensioni, rendono la strada soggetta a numerosi incidenti. La situazione è ulteriormente aggravata dal fatto che la sera vi è un’assenza di segnaletica luminosa, soprattutto nei pressi dei numerosi attraversamenti pedonali. Una strada storicamente ad alta densità di traffico, non solo leggero ma anche pesante”.

Focus dossi ed intervento dell’assessore Giovanna Scarcia: “Nel 2008 l’ufficio mobilità ha proceduto alla realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati, in diverse vie della città. Successivamente a seguito di ripetute circolari del Ministero dei lavori pubblici viene precisato che gli attraversamenti pedonali rialzati non possono essere classificati come dossi di rallentamento, ai sensi dell’articolo 179 del regolamento di esecuzione ed attuazione, perché la loro geometria è diversa dalla norma richiamata e non possono essere segnalati come rallentatori di velocità. Creano problemi nel momento di un eventuale incidente, oltre che rappresentare un problema per i mezzi di soccorso. Alla base delle circolari tali manufatti non sono stati più fatti ed anzi rimossi, in alcune parti. Per ciò che concerne via del Convento è presente una regolare segnaletica verticale. A giorni inoltre si interverrà anche sull’arteria, come da programmazione”.

Criticità e soluzioni. La replica di Giovanna Scarcia su via Narni: “A seguito di recenti interventi, sul manto stradale, tale segnaletica luminosa - peraltro complementare - è stata rimossa anche perché non funzionante. I dati relativi all’incidentalità sono piuttosto elevati in virtù di un notevole flusso di traffico, in ambo le direzioni, anche per la mancanza di spartitraffico ed i contestuali numerosi attraversamenti pedonali a raso"

Ed ancora: "Non è relazionato – segnala l’assessore – ma la problematica non è meramente concernente l’alta velocità, se non negli orari notturni. Piuttosto la sosta selvaggia dei veicoli, ai bordi delle strade, che rende scarsa la visibilità all’altezza degli attraversamenti. Pertanto uno strumento utile potrebbe essere il targa system che consente di sanzionare direttamente, senza contestazione immediata, attualmente in fase di sperimentazione. Dobbiamo però interloquire con il nuovo Prefetto per poter poi procedere con l’eventuale utilizzo. Inoltre via Narni rientra nel progetto degli attraversamenti luminosi, sui cui stiamo lavorando”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericoli in via Narni: “Alta incidentalità anche per frequenti fenomeni di sosta selvaggia” In arrivo la possibile soluzione

TerniToday è in caricamento