menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Città al buio, ternani fuori casa e cibi in malora: i consumatori adesso chiedono i danni

Blackout alla periferia di Terni tra Collescipoli e Collesecozza, l’associazione Codici scrive ad Asm: adesso è necessario risarcire gli utenti

Il danno e la lettera. Dalle 15.30 alle 23.30 circa di martedì 6 agosto un esteso blackout ha lasciato al buio un pezzo della città dell’acciaio. Adesso l’associazione Codici Terni scrive all’Asm e chiede il risarcimento dei danni per gli utenti coinvolti.

Il guasto ha interessato la zona compresa fra Collescipoli e Collesecozza ed ha provocato diversi disagi. Non solo il fastidio per chi in quelle ore si trovava in casa o in ufficio di non poter utilizzare, ad esempio, l’aria condizionata. Ma anche le difficoltà nell’utilizzare le apparecchiature elettroniche magari necessarie per il lavoro. Nell’elenco dei danni anche diverse quantità di cibo andate in malora a causa dei frigoriferi rimasti senza corrente e tante persone che hanno dovuto attrezzarsi per entrare in casa in presenza di cancelli automatici.

“Questa associazione è venuta a conoscenza del fatto che la sera del 6 agosto è stata sospesa energia elettrica in molte parti della città. Con la presente – scrive il presidente di Codici Terni, avvocato Massimo Longarini - vi invitiamo a voler giustificare l’evento e a provvedere al risarcimento dei danni cagionati agli utenti della città di Terni interessati dall’evento”. Codici anticipa anche di essere pronta a rivolgersi ad Arera - Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente – nel caso in cui le risposte non fossero soddisfacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento