Bomba a Cesi, via subito una quarantina di famiglie: si mette in moto la macchina dell’emergenza

Centro di accoglienza al Palatennistavolo di via delle Palme, domenica la rimozione e il disinnesco dell’ordigno bellico. Delimitata la zona rossa: la mappa

La “zona rossa” è stata individuata nell’area compresa in un diametro di 381 metri dal luogo in cui è stata ritrovata la bomba da 250 libbre della seconda guerra mondiale. Il Comune, d’accordo con la Prefettura, ha messo in moto la macchina dell’emergenza che porterà fino a domenica, 4 novembre, quando l’ordigno bellico sarà rimosso e poi spostato in un luogo sicuro in cui effettuare il brillamento.

Nuova bomba a Cesi: foto, video e testimonianze

Palazzo Spada ha convocato il Coc, centro operativo comunale, per stabilire un piano d’azione, disponendo che all’interno del Palatennistavolo di via delle Palme venga allestito – così come era successo lo scorso mese di luglio – un centro di accoglienza.

“Sono stati avviati i contatti con l’Asl e l’azienda ospedaliera – fanno sapere dal Comune - che si sono rese disponibili, attraverso il centro geriatrico, ad accogliere chi ne avrà bisogno. In queste ore, sulla base dell’ordinanza sindacale in fase di emanazione, sta iniziando la procedura di evacuazione, come richiesto dall’Esercito, attraverso gli artificieri presenti alla riunione. La prima fase prevede l’evacuazione di un’area di 381 metri di raggio dall’ordigno bellico e coinvolgerà all’incirca una quarantina di famiglie che potranno trovare alloggio o al Palatennistavolo o, all’occorrenza, nelle strutture sanitarie”.

Nella giornata di domani verrà inoltre dettagliato il piano operativo che verrà sviluppato domenica. Possibile che, come già accaduto in estate, vengano evacuate almeno diecimila persone per consentire all’Esercito di effettuare tutte le operazioni in sicurezza.

Delimitata la “zona rossa”, ovvero l’area compresa nel raggio di 381 metri per la quale è stata disposta l’evacuazione della popolazione. Questo è l’elenco delle vie comprese nella zona rossa con i numeri civici delle abitazioni soggette all’evacuazione.

MAPPA_ZONA_ROSSA_CESI-2

Strada della Ferrovia, numeri civici: 4 – 6 – 1 – 8 – 10 – 12 – 14 – 3 – 18 – 11 – 18 a – 1 t – 1 r; strada della Pittura, numeri civici: 9 -11-13- 15-17-19-21- 23-25-27-27a-27-29-31-31a-2-4-8-10; strada di Crocemelata, numeri civici: 1, 18, 22, 24, 26, 48, 50, 16, 2; strada di Mazzamorello, numeri civici: 7 – 2 – 6 – 4 -3; strada di Porete, numeri civici: 26, 28, 30, 32; Via della Lince, numeri civici: 2,4,6,8,10; via delle Terre Arnolfe, numeri civici: 62, 64, 66, 68, 70, 72, 76, 78, 82, 69, 71, 73, 60, 60a, 60b, 87, 89, 97, 99, 101, 103, 79, 85, 67; via Francesco Stelluti, numeri civici: 2, 7, 3a, 3; via Gabelletta 60; via Giovanni Ecchio, numeri civici: 4, 6, 8, 10, 12; via Giovanni Faber, numeri civici: 1,3,4,5,6,8.

È in corso di definizione anche l’area da evacuare nella giornata del disinnesco, nelle ore in cui sarà eseguito l’intervento degli artificieri.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

Torna su
TerniToday è in caricamento