Cani senza museruola e padroni "sporchi", scattano i controlli

Giro di vite del Comune, fino a ottobre tre associazioni intensificheranno le verifiche in tutta la città: multe da 100 a 500 euro. Il 22 settembre il centro sarà passato al setaccio

Cani a spasso

Microchip, museruole e obbligo di recuperare la pupù dell'amico Fido. Perché è anche una questione di decoro urbano e di lotta al degrado. Scattano i controlli in città per combattere il fenomeno del randagismo e per il rispetto del regolamento comunale sulla "Tutela degli animali e del miglior rapporto uomo, natura e ambiente". Verifiche che il Comune tra settembre e ottobre affiderà a tre associazioni convenzionate e preposte all’attività di controllo come guardie zoofile. Per coordinare le attività di vigilanza, il territorio comunale e l’ambito urbano è stato suddiviso in quattro quadranti  assegnati alle associazioni convenzionate. La zona nord sarà sotto la vigilanza dell'associazione Cers, la zona sud sarà monitorata dalla Prociv di Collescipoli, la zona sud dall'associazione Ferriera mentre tutte e tre si occuperanno dei controlli  nella zona Nord-Est.

In particolare il prossimo 22 settembre le tre associazioni opereranno contemporaneamente in tutta la città con una attività di sensibilizzazione della popolazione e se necessario per la contestazione delle inadempienze che verranno accertate. L’attività di controllo partirà da La Passeggiata. Le aree  dove verranno intensificati i controlli sono parco Ciaurro, Passeggiata, giardini pubblici del Caos,  via Rapisardi, ex Foresteria, cimitero centrale, corso del Popolo, piazza Mario Ridolfi, piazza Solferino, piazza del Mercato, largo delle More, via De Filiis, via dei Castelli, via Canale, via dell’Annunziata, via del Vescovado, via Roma, Largo Frankl.

Al termine del mese dedicato a tali controlli - fanno sapere da palazzo Spada - verrà redatto un report utile anche ai fini statistici.
Per l’inosservanza del regolamento si applicano pesanti sanzioni che vanno dai 100 ai 500 euro fatta salva in ogni caso l’applicazione delle più gravi sanzioni penali od amministrative previste dalle leggi vigenti in materia. I controlli riguarderanno in particolare l'utilizzo della museruola, l'accesso nelle aree dedicate, l'obbligo di raccogliere le deiezioni per strada. "In base all’articolo 31 del regolamento - ricordano dal Comune - il possessore o il detentore di un cane ha anche l’obbligo di portare sempre a seguito l’originale o la fotocopia autenticata del documento comprovante l’iscrizione dell’animale all’anagrafe canina regionale o certificato di avvenuto tatuaggio o di avvenuto inserimento di microchip. Detti documenti dovranno essere esibiti alle Guardie Zoofile incaricate. Il trasgressore dovrà esibire entro 5 giorni il documento comprovante l’avvenuta microcippatura del cane all’organo accertatore. In caso di mancanza di tali documenti la sanzione applicabile è di 100 euro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Una delle principali finalità dell’azione comunale – afferma l’assessore al Benessere animale, Elena Proietti - è la salvaguardia dell’ambiente come bene e risorsa della collettività anche grazie alla preziosa opera dei volontari. In questo ambito vanno inseriti quei provvedimenti che sono finalizzati ad azioni mirate a migliorare il rapporto tra uomo, animale e ambiente.  Una comunità portatrice di valori di cultura e civiltà si basa sui principi di rispetto e tolleranza verso tutti gli esseri viventi inclusi gli animali, nonché il rispetto della pulizia e dell’igiene della città e dei suoi spazi. I volontari delle associazioni convenzionate e preposte all’attività di controllo come guardie zoofile, dopo aver seguito uno specifico corso e aver superato un esame, potranno svolgere attività di monitoraggio sul territorio, di verifica delle segnalazioni ricevute dai cittadini, di prevenzione, ma anche di formazione degli studenti e di consulenza ed affiancamento alle forze dell’ordine. Tante attività, ma con un unico fine: la tutela degli animali e l’opera di sensibilizzazione al rispetto degli animali e dell’ambiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • Coronavirus, nuovo balzo dei ricoverati e cinque decessi. A Terni cresce di cento unità il numero di Covid+

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento