rotate-mobile
Cronaca

“Aiutatemi, voglio uccidermi”: sventarono tentativo di suicidio, premio ai carabinieri

Cerimonia nella basilica di San Valentino dell’associazione nazionale “Ugolini” per la consegna del “Premio Solidarietà”

Hanno trattenuto al telefono un uomo che voleva uccidersi. In un’altra circostanza, ad essere salvata è stata una donna che stava per gettarsi sui binari all’arrivo di un treno. Cerimonia di premiazione sabato mattina nella basilica di San Valentino per la quarantesima edizione del “Premio Solidarietà”, organizzato dalla sezione ternana dell’Associazione Nazionale Carabinieri “G.Ugolini”. L’iniziativa è nata nel 1980 ed è finalizzata a conferire uno specifico riconoscimento al personale in servizio che, nel corso dell’anno, si è distinto per “operazioni di soccorso volte alla salvaguardia dell’incolumità di persone in pericolo di vita o vittime di situazioni che ne abbiano minato l’integrità fisica”.

Per il 2021 sono stati individuati, poiché meritevoli di ricevere il riconoscimento il maresciallo Francesco Cherubini e l’appuntato scelto Patrizio Mirabelli, entrambi del Comando Provinciale di Terni, poiché “in occasione di telefonata giunta alla Centrale Operativa di Terni da parte di un giovane in preda a forte disagio psicologico con intenti suicidi, lo intrattenevano rassicurandolo attraverso un lungo dialogo che consentiva di scongiurare il compimento di un insano gesto, permettendo l’intervento in loco di altro personale dell’Arma e del 118”. Il premio è stato loro consegnato dal comandante provinciale, il colonnello Davide Milano, che gli aveva già conferito una propria nota di apprezzamento. Premio anche per l'appuntato scelto Simone Tiberi dell’Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Orvieto, poiché “interveniva all’interno della stazione ferroviaria di Orvieto ove una donna, in preda ad evidente stato di alterazione psicofisica, si dirigeva verso i binari mentre sopraggiungeva un treno. Il repentino intervento del militare scongiurava il compimento dell’insano gesto da parte della donna”. 

Quest’anno l’iniziativa ha visto il coinvolgimento anche del Gruppo Carabinieri Forestale di Terni, che ha individuato i militari ritenuti meritevoli di ricevere il riconoscimento. Si tratta dell’appuntato scelto Sergio Bellachioma e dell’appuntanto scelto Maurizio Perugini, entrambi della Stazione Carabinieri Forestale di Ferentillo, poiché “impegnati in servizio di controllo del territorio, ricevuta notizia dell’allontanamento di una anziana con problemi di demenza senile, avviavano incessante attività di ricerca che permettevano il rintraccio della donna che veniva soccorsa”. Il premio è stato consegnato dal Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Terni, il colonnello Paolo Lepori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Aiutatemi, voglio uccidermi”: sventarono tentativo di suicidio, premio ai carabinieri

TerniToday è in caricamento