rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Bomboletta molotov e lametta: agente minacciato, ancora violenza in carcere

Nuovo episodio nell’istituto penitenziario di Terni, la denuncia del Sappe: “Problemi con un detenuto del reparto di media sicurezza”

Ha minacciato un agente con un fornello e poi con una lametta. Nuovo episodio di violenza nel carcere di Terni, dopo quelli registrati nei giorni scorsi. A denunciare l’accaduto è il Sappe, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria, che ricostruisce quanto avvenuto nelle ultime ore nell’istituto di vocabolo Sabbione tramite le parole di Fabrizio Bonino, segretario nazionale per l’Umbria del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. 

“Un detenuto psichiatrico, di origine campana del Reparto media sicurezza trasferito a Terni da Perugia, mentre il poliziotto di sezione stava aprendo la cella per consegnargli le lenzuola, è uscito spingendolo con forza. Poi ha preso un fornello, dato in dotazione a tutti i detenuti, accendendolo e scagliandosi contro lo stesso. Solo grazie alla sua bravura, l’agente è riuscito a sfuggire ed a chiudersi nel box agenti, dove telefonicamente riusciva a contattare l'ispettore di Sorveglianza. Il detenuto, infatti, era in possesso anche di una lametta con cui ha cercato di sfregiare sul viso nuovamente l'Agente di sezione. Solo con l'intervento di altri colleghi accorsi in aiuto la situazione è tornata alla calma”. 

Proprio nella giornata di venerdì tutti i sindacati della Polizia Penitenziaria avevano avuto una riunione con il prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi. Nell’incontro è stato chiesto un intervento, considerato che nell’istituto di Terni da molto tempo gli agenti sono vittime di aggressioni, insulti e minacce di morte. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomboletta molotov e lametta: agente minacciato, ancora violenza in carcere

TerniToday è in caricamento