Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

L’appello dopo le fiamme: “La nostra casa è bruciata, non ci resta più nulla: chiediamo un aiuto”

La famiglia Gualtieri avvia una raccolta fondi dopo l’incendio che ha distrutto la loro abitazione a Cardeto nella serata del 10 luglio scorso per “superare questo momento per noi così terrificante”

Il primo è stato Simone, 150 euro. Ma c’è anche chi, pur restando dietro all’anonimato, ha versato 400 euro. Sono circa 300 le persone che – fino a metà mattina di oggi, 13 luglio – hanno raccolto l’appello di Massimo Gualtieri, il capofamiglia che sabato scorso ha visto la sua casa distrutta dalle fiamme.

Nella sera del 10 luglio 2021 un violento incendio ha completamente distrutto la nostra casa – scrive l’uomo, musicista, docente e direttore d’orchestra nell’appello lanciato sulla piattaforma gofundme (a questo link è possibile donare) - Non ci resta più nulla. La casa è bruciata con fiamme visibili a chilometri di distanza. Non si è salvato quasi niente. L’appartamento è attualmente inabitabile. Presenta danni il cui ripristino richiede cifre a noi inaccessibili”.

Da qui la decisione di attivare una raccolta fonda: l’obiettivo è arrivare a 25mila euro, al momento è stata superata quota 13.300.

“Chiediamo un aiuto per una prima fase di recupero, per ridare un po’ di serenità alla nostra vita e a quella dei nostri tre figli. Oltre alla sicurezza e riferimenti certi, anche tutti i nostri ricordi, i nostri lavori, i libri, gli spartiti musicali, gli strumenti, i quadri, i disegni sono andati distrutti. Chiediamo un aiuto per poterci rialzare e poter iniziare a superare questo momento per noi così terrificante”.

“Grazie a tutti voi” e a tutti quelli che vorranno partecipare a questa iniziativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’appello dopo le fiamme: “La nostra casa è bruciata, non ci resta più nulla: chiediamo un aiuto”

TerniToday è in caricamento