menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I ragazzi del Centro civico di Capitone a Narni

I ragazzi del Centro civico di Capitone a Narni

Colto da infarto mentre gioca a biliardino, salvato da un vigile del fuoco

Provvidenziale un lungo massaggio cardiaco che ha strappato alla morte un 63enne narnese, ora Mirko Scatteia sarà premiato dal sindaco

Venti minuti con il fiato sospeso, una vita tra le mani. Letteralmente. Quelle di Mirko Scatteia, 35enne ternano volontario dei vigili del fuoco, che grazie a un lungo massaggio cardiaco è riuscito a salvare la vita a un 63enne narnese colto da un infarto mentre stava giocando a biliardino al Centro civico di Capitone di Narni.

L'uomo stava partecipando a un torneo di calcio balilla organizzato dal centro della frazione narnese quando a un tratto si è accasciato a terra ed ha perso i sensi. Qualche attimo di smarrimento poi Mirko, che si trovava lì con gli amici, capisce la situazione e si fionda sul 63enne cominciando a fare un massaggio cardiaco. Nel frattempo viene allertato subito il 118 e dall'altro capo del telefono un operatore esorta il soccorritore a non mollare e continuare il massaggio. Per venti minuti il giovane volontario dei vigili del fuoco non smette di "pompare" sul cuore debole del 63enne narnese poi giungono finalmente gli operatori del 118 che dopo essere intervenuti con il defibrillatore portano velocemente l'uomo in ospedale. Il suo cuore ha cominciato a battere e fondamentale è stata la prontezza e la preparazione di Mirko per salvargli la vita.

Una storia a lieto fine che risale al 30 marzo scorso ma che viene alla ribalta in queste ore - raccontata anche dall'assessore comunale di Narni, Alfonso Morelli - alla vigilia del riconoscimento che il sindaco Francesco De Rebotti consegnerà a Mirko Scatteia, alle persone che lo hanno aiutato in quei concitati momenti Danilo Andreuzzi e Giancarlo Reggi, e a tutto il Centro civico di Capitone che ha ricevuto anche i complimenti del 118 per come ha gestito l'emergenza. La cerimonia si terrà sabato 15 settembre, alle 17 in piazza Santa Maria a Capitone. In quell'occasione l'associazione "Spazio Libero Capitone", che gestisce il centro civico, donerà alla comunità un defibrillatore acquistato con una raccolta fondi in una cena benefica

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento