Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

“Dammi solo mille euro, questo gatto è un affare”, la truffa del falso veterinario

L’annuncio sul web, il bonifico e le spese: ma l’animale non è mai esistito. E il professionista nemmeno: ecco cosa è successo

Il gatto del Bengala viene definito come un “bellissimo meticcio”: nasce intorno agli anni Settanta come incrocio fra un gatto domestico e un gatto leopardo, è molto diffuso negli Stati Uniti, ma allevamenti si trovano anche in Europa. Soprattutto, il suo prezzo può oscillare anche tra i duemila e i duemilacinquecento euro. E così, quando sul web ha trovato l’annuncio di un “Bengal” in vendita a mille euro, il quarantenne viterbese appassionato di felini ha cercato di cogliere l’opportunità al balza. E invece è caduto in una trappola.

Il fatto viene riportato da Tusciaweb e comincia il 24 marzo quando il viterbese contatta il numero telefonico che accompagna l’annuncio online. Dall’altra parte del telefono risponde un (sedicente) veterinario di Terni. Che comincia la trattativa e conferma la richiesta: mille euro.

In un paio di giorni il bonifico è fatto. “Terminato il percorso vaccinale, provvederò alla consegna del gatto”, conferma il veterinario. Che, nel frattempo, chiede altri 500 euro per completare l’iscrizione all’anagrafe felina. Il viterbese mette mano al portafogli e paga. Ma del gatto nessuna traccia.

I due restano in contatto. Il veterinario rilancia, dicendo di avere disponibilità anche di Bulldog francesi e chiedendo se il ternano conoscesse qualcuno interessato all’affare. E rimandando sempre la consegna del gatto.

“Ci vediamo il 16 aprile a Terni”, dice all’inizio, salvo poi inventarsi una scusa per rimandare l’appuntamento. “No, facciamo il 26 aprile”. E poi ancora il 17 maggio. Scusa dopo scusa, il viterbese comincia a capire che c’è qualcosa che non va. Fino all’epilogo. “Ti restituisco tutto, 1.500 euro”.

Soldi che hanno fatto la stessa fine del gatto. E non poteva essere altrimenti. Perché il veterinario lavorava in uno studio che a Terni non esiste e sul web è “famigerato”: non solo medico degli animali ma anche massaggiatore e musicista. E da oggi anche denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Dammi solo mille euro, questo gatto è un affare”, la truffa del falso veterinario

TerniToday è in caricamento