rotate-mobile
Cronaca

Terni, maxi operazione della guardia di finanza: decine di indagati in tutta la penisola

Esecuzione di un provvedimento cautelare nei confronti di quarantadue persone fisiche e trentanove persone giuridiche

Una conferenza stampa per fare il punto della situazione sulla maxi operazione che ha interessato diverse provincie della penisola e non solo. A partire dalle 7 di stamattina - giovedì 23 maggio - cinquanta uomini della Guardia di Finanza sono impegnati con il supporto di militari del servizio centrale ICO e dei reparti del corpo sub-delegati, in Italia e all’estero, nell’esecuzione di un provvedimento cautelare patrimoniale nei confronti di quarantadue persone fisiche e di trentanove persone giuridiche, per un totale di 12.552.360,53 euro.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti il provvedimento è stato emesso dal Gip del tribunale di Terni per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale, indebite compensazioni, omessa dichiarazione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, riciclaggio ed autoriciclaggio. I provvedimenti ablativi hanno riguardato beni e complessi aziendali situati nel territorio di Terni e di altre quattordici province della penisola. Si tratta nello specifico di Torino, Milano, Novara, Verona, Lucca, L’Aquila, Teramo, Viterbo, Roma, Sassari, Nuoro, Napoli, Potenza, Catania, nonché in Romania grazie alla collaborazione delle autorità giudiziarie straniere tramite Eurojust.

Inoltre alla base dell’inchiesta il fenomeno dell’evasione fiscale, tema che intacca il principio costituzionale della solidarietà contributiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, maxi operazione della guardia di finanza: decine di indagati in tutta la penisola

TerniToday è in caricamento