Controlli a raffica, i carabinieri denunciano tre 'lucciole'

Poco più che ventenni, le due ragazze non hanno rispettato il divieto di ritorno. I controlli proseguono in tutta la provincia

Durante la giornata di ieri vari equipaggi del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia Carabinieri di Orvieto hanno svolto un servizio straordinario di prevenzione e repressione mirato, nello specifico, ad arginare, proprio nei luoghi di incontro fra “domanda e offerta”, il fenomeno della prostituzione che purtroppo vede non di rado protagoniste anche ragazze poco più che maggiorenni. Nel corso del servizio i militari hanno identificato fra le altre 3 prostitute che sono state deferite in stato di libertà per aver disatteso il provvedimento di divieto di ritorno per 3 anni nel comune di Orvieto già emesso nei loro confronti dal questore di Terni. Le tre “lucciole”, tutte di origine rumena e due delle quali poco più che ventenni, sono state sorprese dagli operanti nei pressi del parcheggio adiacente la stazione ferroviaria, uno dei luoghi maggiormente deputati a tale triste “mercimonio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento