Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Cantieri insicuri, blitz di carabinieri e ispettorato del lavoro: 24 denunce e multe per 50mila euro

Verifiche a tappeto dell’Arma a Terni e nel resto del territorio regionale, scoperti anche diversi lavoratori in nero: il bilancio dell’attività

“Soprattutto nell’attuale contesto emergenziale, la tutela dei diritti dei lavoratori e il corretto svolgimento dei rapporti di lavoro rappresentano una esigenza imprescindibile per le economie avanzate”.

Lo sottolineano i carabinieri diffondendo il bilancio dell’attività di controllo messa in atto nelle ultime settimane per la verifica delle condizioni di lavoro e sicurezza nei cantieri edili: 24 denunciati e multe per circa 50mila euro.

L’operazione congiunta ha visto impegnati i carabinieri dei comandi provinciali di Terni e Perugia, i nuclei carabinieri ispettorato del lavoro e i funzionari degli ispettorati territoriali del lavoro che hanno passato al setaccio 17 cantieri e 27 aziende su tutto il territorio regionale, verificando le condizioni di sicurezza e il lavoro sommerso.

Numerose e gravi le violazioni che sono state riscontrate sia da parte dei titolari delle ditte che dei committenti. Le principali inadempienze hanno riguardato la formazione dei lavoratori sui rischi per la salute, l’omessa verifica delle condizioni di sicurezza, la mancata designazione del coordinatore della progettazione e del coordinatore per l’esecuzione dei lavori, nonché l’omessa redazione/verifica del piano operativo di sicurezza.

Ventiquattro persone sono state denunciate e sono state elevate ammende per quasi 50mila euro (49.456,81 euro) oltre a sanzioni amministrative per più di 15mila euro e una maxi-sanzione per l’impiego di lavoratori in nero, che ha comportato anche un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri insicuri, blitz di carabinieri e ispettorato del lavoro: 24 denunce e multe per 50mila euro

TerniToday è in caricamento