Giovanissimo fermato per detenzione di stupefacenti: controlli a tappeto in tutto il territorio

Attività di prevenzione dell'arma dei carabinieri volta a prevenire l'odioso fenomeno dei furti in abitazione

foto carabinieri

Prosegue intensa l’attività di prevenzione e controllo del territorio da parte dei carabinieri della compagnia di Terni e di quelli della compagnia di Amelia per la prevenzione dell’odioso fenomeno dei furti in abitazione che, negli ultimi anni, ha puntualmente colpito vaste zone del ternano in concomitanza delle festività natalizie, nonché per la prevenzione delle diffuse forme di illegalità che minano la convivenza civile.

Nel corso del pomeriggio e della serata appena trascorse, sono stati pattugliati gli abitati di Stroncone, San Gemini, Arrone, Narni e Montecastrilli, attraverso un servizio coordinato a largo raggio che, mettendo in campo 25 carabinieri delle stazioni e delle sezioni radiomobili, ha consentito di perlustrare vasti territori, col preciso obiettivo di intercettare e neutralizzare l’eventuale presenza di malintenzionati.

A San Gemini, l’azione dei militari dell’arma ha consentito di intercettare e recuperare una discreta quantità di sostanza stupefacente. Durante un posto di controllo, un giovane ternano classe 2000, è stato sottoposto a perquisizione personale e veicolare all’esito delle quali i carabinieri hanno rinvenuto 36 grammi di marijuana, 10 grammi di hashish e una ricarica liquida per sigaretta elettronica contenente 19 grammi di olio di marijuana, tutto sottoposto a sequestro. Il giovane è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Terni per la violazione dell’art. 73 del D.P.R. 309/1990 (Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope)

I militari della stazione di Collescipoli, allertati dalla centrale operativa per dei rumori sospetti provenienti da un’abitazione, si portavano immediatamente in via Montebello ove accertavano, all’interno di un appartamento, la presenza di quattro persone con numerosi precedenti di polizia, classe ’70 e ’72, intente a bivaccare. Nessun furto in atto, dunque: i quattro hanno motivato la loro presenza con la necessità di ripararsi dal freddo, motivo per il quale avevano pensato bene di infrangere una finestra e fare ingresso nell’abitazione momentaneamente priva dei legittimi proprietari, residenti nella capitale. Sono stati denunciati per la violazione dell’art. 614 del codice penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento