Emergenza Coronavirus, appello di FarmaciaTerni: alto rischio di contagio, subito i test ai nostri collaboratori

L’amministratore Scarpellini chiede aiuto al commissario dell’ospedale di Terni: mezza città di Terni da gennaio ad oggi ha visitato le nostre farmacie, ma ancora nessuno ha controllato il personale

Prima la buona notizia: “Nessuno tra collaboratrici e collaboratori della società ha accusato sintomi”. “Però – scrive Mauro Scarpellini, amministratore unico di FarmaciaTerni - la saggezza vuole che prevenire sia meglio che curare”.

È una lettera-appello quella che Scarpellini indirizza al commissario dell’azienda ospedaliera di Terni, Andrea Casciari. Partendo da quella che sembrava una “mossa” obbligata. Ossia, estendere i test di controllo ad una platea molto ampia nel personale sanitario.

“Da alcune settimane – scrive Scarpellini nella sua missiva - ho letto sui quotidiani della sottoposizione degli operatori sanitari, incluso il personale che lavora nelle farmacie, al controllo col tampone”.
“Sembrava un’operazione prossima”, rileva l’amministratore della società. E invece, “ad oggi non ho notizie e non ho ricevuto alcuna comunicazione, preavviso, invito da chicchessia, per sottoporre a controllo il personale della società che amministro”.

In realtà, però, di controlli ci sarebbe bisogno. “FarmaciaTerni gestisce nove farmacie e una parafarmacia nella città e nel periodo della diffusione del contagio appena trascorso” cioè “da gennaio alla vigilia di Pasqua, le persone entrate nelle nostre farmacie sono state 168.157. Si intuisce – rileva Scarpellini - che alcune siano venute in farmacia più volte, ma il numero dovrebbe far comprendere come la potenzialità infettiva non sia residuale, sia per il personale delle farmacie sia - di riflesso - per i cittadini che entrano per acquistare medicine. Posso affermare statisticamente che quasi la metà dei cittadini di Terni abbia visitato le nostre farmacie”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Completata la premessa, da FarmaciaTerni parte l’appello a Casciari: “Le chiedo cortesemente di darmi collaborazione per poter estender il controllo ai farmacisti, agli infermieri e ai commessi di FarmaciaTerni i quali, seppure protetti da mascherine, guanti, schermi parafiato, disinfettante, sanificazione e distanziamento - sono stati esposti, come tutti gli italiani, nel periodo di inizio anno nel quale non era ancora identificata l’epidemia e tanto meno la pandemia. Il timore della asintomaticità credo sia legittimo. Nessuno tra collaboratrici e collaboratori della società ha accusato sintomi, però la saggezza vuole che prevenire sia meglio che curare. Spero che sia nelle sue possibilità il poter assecondare questa richiesta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento